Sport / Calcio

Commenta Stampa

Azzurri sconfitti 3-1. I risultati della giornata

Calcio, Napoli travolto dall'Inter


Calcio, Napoli travolto dall'Inter
23/09/2009, 22:09

Il Napoli crolla a San Siro 3-1 con l'Inter. Gli azzurri non solo subiscono una sconfitta pesante in termini di risultato, ma non mostrano gioco e identità.
I padroni di casa vanno in doppio vantaggio in pochi minuti: al 3' e al 5', con Eto'o prima e Milito poi, metto a segno il 2-0. Poi arriva anche il terzo goal con Lucio. La rete della bandiera per i partenopei la segna Lavezzi, ma la debacle è totale. De Laurentiis sarà furioso...

Risultati della quinta giornata:
 

Atalanta-Catania 0-0
Bari-Cagliari 0-1
Bologna-Livorno 2-0
Fiorentina-Sampdoria 2-0
Inter-Napoli 3-1
Lazio-Parma 1-2
Palermo-Roma 3-3
Siena-Chievo 0-0
Udinese-Milan 1-0
 
PAGELLE A CURA DI: SALVATORE FORMISANO

DE SANCTIS 5,5: Con una difesa burrosa come questa nessun portiere potrebbe salvare la faccia. Nessun gol sulla coscienza e un'ottima chiusura in uscita su Eto'o. Per quarantacinque minuti, però, si limita a raccogliere il pallone dalla rete. Raccattapalle

SANTACROCE 5: Troppo distratto nelle marcature sui calci da fermo. E' lui a perdersi Lucio sul 3-0. Sale bene sul gol di Milito, ma l'arbitro non vede il fuorigioco. Aveva riconquistato il posto da titolare, dopo l'Inter difficilmente lo ritroverà subito. Tutto da rifare

CANNAVARO 4,5: Se non avesse addosso la maglia del Napoli probabilmente in molti avrebbero creduto che fosse stata costruita una statua al centro del Meazza. Capisce poco o nulla restando a guardare sulla maggior parte delle verticalizzazioni interiste. Museo delle cere

CONTINI 6: Il migliore dei peggiori. E l'autore del primo tiro napoletano della partita e dell'assist (involontario) a Lavezzi. Qualche buona chiusura, ma ci vogliono troppe pezze per tamponare la falla. Idraulico

MAGGIO 5: Ha la fobia degli ultimi venti metri. Non cerca mai il fondo fermandosi al limite dell'area e servendo cross troppo fiacchi troppo in fretta. Frettoloso

HAMSIK 4,5: La sua partita potrebbe essere fotografata alla mezz'ora della ripresa. Calcio d'angolo per il Napoli, e Marekiaro la butta direttamente sull'esterno della rete. Poca assistenza alle punte e zero idee. Svogliato

GARGANO 5: Sbaglia un numero infinito di appoggi. Giocate troppo semplici non servono contro una corazzata come quella interista. Se si sbagliano anche quelle poi... Accademico

BOGLIACINO 4: Resta abbracciato al palo sul primo angolo della partita e tiene in gioco Eto'o. Poi, come farebbe il suo "sosia" Lupin, scompare dal campo. Stavolta neanche l'ispettore Zenigata sarebbe in grado di trovarlo. Anonimo

ZUNIGA 4,5: Schierato a sinistra per sbarrare la strada a Maicon. Manco avesse il telepass, il terzino destro neroazzurro passa ogni volta dalle sue parti senza alcun fastidio. Non è la sua zona, nè il suo piede. E le carenze si vedono tutte. Burroso

LAVEZZI 6: Ci mette quel pò ci cuore e impegno che De Laurentiis desidera dalla squadra. Ancora troppo lontano dalla porta, riesce comunque a sbloccarsi dal digiuno dal gol. E ha anche il merito di salvare la faccia di Donadoni. Nota lieta

QUAGLIARELLA 5,5: Impensierisce per due volte Julio Cesar di testa nel primo tempo. Per il resto si muove tanto e conclude poco. Ma la colpa non è solo sua. Poco assistito

ARONICA 5,5: Un pò d'ordine in più ed una chiusura di forza, al limite del fallo, su Eto'o.

DENIS 5: Gettato nella mischia alla rinfusa. Si perde in un sonnolente secondo tempo.

PAZIENZA SV:

DONADONI 3: Tre come le mosse a sorpresa provate dall'allenatore. Santacroce, Bogliacino e Zuniga. Tutte sbagliate, come sbagliata è la marcatura a zona sulle palle da fermo. Non è un caso se due delle tre reti interiste arrivano da calcio d'angolo. Il suo ritorno, dopo dodici anni, al San Siro non poteva essere più amaro. Ore contate?

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©