Sport / Vari

Commenta Stampa

CALCIO, REJA: "LAVORIAMO CON LA STESSA UMILTA'"


CALCIO, REJA: 'LAVORIAMO CON LA STESSA UMILTA''
17/11/2008, 10:11

Bergamo resta stregata per il Napoli e Edy Reja racconta la sconfitta rimediata all’Atleti Azzurri d’Italia. Il Napoli non è riuscito nell’impresa, in una giornata ricca di errori arbitrali: "Non è stato il Napoli brillante che abbiamo conosciuto sinora. Poi, ovviamente, anche stavolta non sono riuscito a vedere come ce la saremmo giocata in 11 contro 11 perché l'espulsione di Zalayeta ci ha stravolto i piani ha dichiarato il tecnico azzurro- Peccato perché devo dire che al di là di qualche ingenuità subiamo espulsioni troppo facilmente. Però detto ciò ribadisco che l'Atalanta alla lunga ha meritato la vittoria”. Merito all’Atalanta anche da parte di Pierpaolo Marino che ha evidenziato come la formazione guidata da del Neri sia in grado di neutralizzare il gioco  azzurro. Sembra riaffiorato il problema delle trasferte, il Napoli esprime un gioco nettamente superiore al San Paolo “queste cose- ha dichiarato Marino ai microfoni di Mediaset Premium- erano tipiche della passata stagione, ora sono riaffiorate, bisognerà correggere certi timori che però sono dovuti anche al fatto che la squadra è giovane”.
Tornando sulle dichiarazioni di Reja, nessuna preoccupazione per il futuro, sarebbe sbagliato, 
"Proseguiamo a lavorare con la stessa umiltà e mettiamoci alle spalle questo campo di Bergamo sul quale, per un motivo o per un altro, non riusciamo a schiodare un punto da anni".


 

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©

Correlati

17/11/2008, 09:11

CALCIO: ATALANTA-NAPOLI 3-1