Sport / Calcio

Commenta Stampa

Sentenze di ultimo grado entro un mese

Calcio scommesse: deferite 22 squadre e 61 tesserati


Calcio scommesse: deferite 22 squadre e 61 tesserati
09/05/2012, 15:05

ROMA - Sono scattati i deferimenti per la prima parte dello scandalo del calcio scommesse. DI queste 3 sono di serie A (Atalanta, Novara e SIena), 10 di serie B (Albinoleffe, Ascoli, Pescara, Empoli, Grosseto, Livorno, Modena, Padova, Reggina e Samp) e 9 delle serie inferiori ( Ancona, Avesa, Cremonese, Frosinone, Monza, Piacenza, Ravenna, Rimini e Spezia). 33 le partite ritenute combinate, di cui 29 di serie B, due della Tim Cup (una dell'anno scorso ed una di quest'anno) e due di Coppa Italia di Lega pro. Ben 61 i tesserati o ex tesserati deferiti: Paolo Domenico Acerbis, Andrea Alberti, Mirko Bellodi, Cristian Bertani, Davide Caremi, Filippo Carobbio, Mario Cassano, Edoardo Catinali, Marco Cellini, Roberto Colacone, Alberto Comazzi, Luigi Consonni, Kewullay Conteh, Achille Coser, Federico Cossato, Filippo Cristante, Andrea De Falco, Franco De Falco, Alfonso De Lucia, Cristiano Doni, Nicola Ferrari, Riccardo Fissore, Luca Fiuzzi, Alberto Maria Fontana, Ruben Garlini, Carlo Gervasoni, Andrea Iaconi, Vincenzo Iacopino, Vincenzo Italiano, Thomas Hervé Job, Inacio José Joelson, Tomas Locatelli, Giuseppe Magalini, Salvatore Mastronunzio, Vittorio Micolucci, Nicola Mora, Antonio Narciso, Maurizio Nassi, Gianluca Nicco, Marco Paoloni, Gianfranco Parlato, Dario Passoni, Alex Pederzoli, Alessandro Pellicori, Mirco Poloni, Cesare Gianfranco Rickler, Gianni Rosati, Francesco Ruopolo, Nicola Santoni, Vincenzo Santoruvo, Maurizio Sarri, Luigi Sartor, Alessandro Sbaffo, Mattia Serafini, Rijat Shala, Mirko Stefani, Juri Tamburini, Marco Turati, Daniele Vantaggiato, Nicola Ventola, Alessandro Zamperini.
I tempi saranno rapidissimi: entro il 21 maggio la decisione di primo grado; ai primi di giugno, quindi prima degli Europei, la corte di giustizia federale, secondo ed ultimo grado.
Nel frattempo la Procura federale sta studiando le carte provenienti dalle Procure penali di Napoli e Bari per la seconda tranche, per una sentenza definitiva che ci sarà tra luglio e agosto.
Ma il complesso delle decisioni rischiano di terremotare pesantemente i campionati di quest'anno e del prossimo, con retrocessioni, penalizzazioni (ormai impossibili da recuperare, dato che i campionati sono finiti) e quant'altro.
Una stranezza: il deferimento della Sampdoria. Dovrebbe essere collegato alla vicenda dell'attaccante Bertani, le cui responsabilità però, a quanto si sa, si riferiscono alla stagione scorsa, in cui militava nel Novara.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©