Sport / Calcio

Commenta Stampa

Per il suo vice, sconto di 2 mesi

Calcioscommesse, confermata squalifica di 10 mesi a Conte

Bonucci, Pepe, Di Vaio prosciolti

Calcioscommesse, confermata squalifica di 10 mesi a Conte
22/08/2012, 11:49

La Corte di giustizia federale ha confermato la squalifica di 10 mesi al tecnico della Juve Antonio Conte. Nessuno sconto dunque per Conte. La Corte di Giustizia Federale ha confermato per il tecnico bianconero la squalifica di dieci mesi inflitta in primo grado nell'ambito del procedimento sportivo relativo al filone d'inchiesta sul calcio scommesse condotto dalla Procura della Repubblica di Bari. Conte era stato punito dalla Disciplinare per la doppia omessa denuncia relativa alle combine in Albinoleffe-Siena e Novara-Siena del maggio 2011. La Corte di Giustizia Federale ha prosciolto Conte "in relazione all'incolpazione relativa alla gara Novara-Siena", ma ha confermato la squalifica di dieci mesi sulla base dell'omessa denuncia per Albinoleffe-Siena. Ridotta invece da 8 a 6 mesi la squalifica per il vice del tecnico bianconero, Angelo Alessio.

Due mesi di sconto, invece, al vice di Antonio Conte, Angelo Alessio. La corte di giustizia della Federcalcio, nel processo di appello per il calcioscommesse, ha infatti ridotto da otto a sei mesi la squalifica del collaboratore di Antonio Conte che nella stagione del Siena era suo vice e nello stesso ruolo lo aveva seguito alla Juventus. Il ricorso di Alessio contro la sentenza della Disciplinare e' stato parzialmente accolto.

La Corte di giustizia della Federcalcio ha, inoltre, confermato i proscioglimenti di Leonardo Bonucci e Simone Pepe, entrambi in forza alla Juventus, e di Marco Di Vaio (Montreal Impact) che erano stati gia' decisi dalla Disciplinare nell'ambito del processo sportivo sul calcioscommesse. Prosciolto anche Salvatore Masiello (Torino). Confermati i 6 mesi di stop per Daniele Portanova (Bologna) e Nicola Belmonte (Siena).

La Corte della Figc, infine, ha confermato l'esclusione del Lecce dal campionato di serie B decisa dalla Disciplinare in primo grado. Confermata anche la squalifica di 5 anni inflitta in primo grado all'ex presidente del Lecce, Pierandrea Semeraro.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©