Sport / Calcio

Commenta Stampa

Tutte le decisioni della sentenza sugli illeciti sportivi

Calcioscommesse, salvo Manfredini e 6 punti all'Atalanta


Calcioscommesse, salvo Manfredini e 6 punti all'Atalanta
19/08/2011, 21:08

L'inizio del campionato si avvicina e l'Atalanta resta con il suo pesante fardello: 6 punti di penalizzazione, eredita' dello scandalo Calcioscommesse. Una serie A appena riconquistata che i bergamaschi dovranno affrontare senza il loro ormai ex capitano e giocatore piu' rappresentativo, Cristiano Doni, che s'e' visto respingere il ricorso e resta squalificato per tre anni e mezzo. E' andata assai meglio al compagno di squadra Thomas Manfredini, prosciolto grazie alla cancellazione dell'accusa di illecito sportivo. A lui, in primo grado, la giustizia sportiva aveva inflitto uno stop di tre anni. Prosciolti anche Gianni Fabbri, ex presidente del Ravenna, e lo Spezia (revocato il -1). Al termine di un processo d'appello svoltosi a spron battuto (due giorni tra dibattimento e camera di consiglio), la Corte di Giustizia federale a sezioni unite ha infatti confermato quasi 'in toto' le sanzioni dispensate lo scorso 9 agosto dalla Commissione disciplinare della Federcalcio. Tra le societa' solo il Benevento ha visto la propria posizione sensibilmente alleggerita. Partiva dal -9 del primo grado, da scontare nel campionato 2011-2012 (piu' 30.000 euro di ammenda. Il suo ricorso e' stato ''parzialmente accolto'' e la penalizzazione ridotta a -6. Per il resto, la Corte non ha concesso sconti significativi. Confermati i cinque anni di squalifica ''con preclusione alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della Figc'' (cioe' la radiazione) per Beppe Signori e Marco Paoloni, ex portiere di Cremonese e Benevento, al centro dell'inchiesta partita da Cremona, ed ormai noto alle cronache come colui che avrebbe dispensato tranquillante ai compagni. Anche per la Corte di Giustizia federale Paoloni non e' semplice un millantatore, come ha sostenuto la sua difesa, ma colui che ha avuto un ruolo attivo nel cercare di influenzare i risultati di una decina di partite. Nessuna clemenza nei confronti della stessa Cremonese, che pure con la sua denuncia aveva dato il via alle indagini: i grigiorossi restano A -6. Come l'Ascoli, che partira' con lo stesso handicap (-6) in serie B. Respinto il ricorso di Antonio Bellavista (squalifica 5 anni), cosi' come quelli di Giorgio Veltroni (presidente Alessandria, 4 anni di inibizione) e Giorgio Buffone (ds Ravenna, 5 anni inibizione). Il prossimo passo vedra' i ricorsi al Tnas (Tribunale nazionale di arbitrato dello sport) del Coni o all'Alta Corte di giustizia sportiva. Chi ha gia' fatto sapere di non voler mollare e' Signori. ''Giustizia non e' stata fatta - ha commentato per lui Ugo Vittori, investigatore privato che fa parte del pool difensivo dell'ex attaccante -. C'e' stata una forte volonta' politica da parte della Federazione di non smentire la Procura di Cremona. Ora andremo avanti con il ricorso''. ''Profonda delusione'' e' stata espressa da Salvatore Pino, legale di Doni e Manfredini: ''Con il proscioglimento di Manfredini abbiamo raggiunto la meta' del percorso. Seguiremo tutta la trafila che ci impone l'ordinamento sportivo, sperando di mettere fine a questa spiacevole vicenda anche per Cristiano. Come l'ha presa? Continua ad allenarsi, ma e' molto amareggiato''. Decisamente infuriati i tifosi atalantini. In tanti hanno sottolineato l'apparente incongruenza tra il proscioglimento di Manfredini e la mancata riduzione della penalizzazione ai danni del club. Questo in dettaglio le sentenze:

Cristiano DONI: 3 anni e 6 mesi confermata squalifica
Thomas MANFREDINI: 3 anni squalifica prosciolto
Marco PAOLONI: 5 anni+radiazione confermata
Giuseppe SIGNORI: 5 anni+radiazione confermata Massimo
ERODIANI: 5 anni+radiazione nessun ricorso
Vincenzo SOMMESE: 5 anni+radiazione confermata
Antonio BELLAVISTA: 5 anni+radiazione confermata
Giorgio BUFFONE: 5 anni+radiazione confermata
Mauro BRESSAN: 3 anni e 6 mesi nessun ricorso
Carlo GERVASONI: 5 anni+radiazione confermata
Gianni FABBRI: 5 anni inibizione prosciolto
Nicola SANTONI: 4 anni inibizione confermata
Giorgio VELTRONI: 4 anni inibizione confermata
Leonardo ROSSI: 1 anno squalifica nessun ricorso
Antonio CIRIELLO: 1 anno inibizione nessun ricorso
Daniele QUADRINI: 1 anno squalifica confermata
Davide SAVERINO: 3 anni squalifica confermata
ATALANTA: -6 punti confermata
ASCOLI: -6 punti confermata
ALESSANDRIA: retrocessione confermata
BENEVENTO: -9 punti -6 punti
RAVENNA: retrocessione nessun ricorso
VIRTUS ENTELLA: 15 mila euro ammenda 10 mila euro ammenda
SASSUOLO: 20 mila euro ammenda confermata
REGGIANA: -2 punti confermata
PIACENZA: -4 punti confermata
CUS CHIETI: -1 punto confermata
CREMONESE: -6 punti confermata
PINO DI MATTEO: -8 punti nessun ricorso
PORTOGRUARO: 20 mila euro ammenda 10 mila euro ammenda
VERONA: 20 mila euro ammenda confermata
ESPERIA VIAREGGIO: -1 punto confermata
SPEZIA: -1 punto prosciolta
TARANTO: -1 punto nessun ricorso

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©