Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Caliendo: "Trezeguet-Napoli? Si può ancora fare"


Caliendo: 'Trezeguet-Napoli? Si può ancora fare'
09/06/2011, 13:06

A Radio Crc è intervenuto Antonio Caliendo, procuratore di Trezeguet:
“Nel mercato non scadono mai i termini per investire ma spesso ci sono delle sorprese. Ognuno si prende i tempi che vuole, il mercato è aperto per tutti. Le parole a volte non sono promesse perché spesso vanno di pari passo con le evoluzioni dei club. Trezeguet privilegia alcune situazioni che siano adeguate al suo livello. Il Napoli sa bene che c’è una certa disponibilità ma è anche vero che ci sono delle pressioni da più parti. Nessuno vuole rimanere fuori da certe situazioni. Se sapessi che Trezeguet fosse messo in secondo piano rispetto ad un altro calciatore, sarei il primo a non chiudere una trattativa col Napoli perché un campione del genere con una esperienza simile non può essere messo in discussione. Trezeguet non può essere una riserva della riserva. Mi risulta che Trezeguet a Napoli sarebbe la prima alternativa ai tre attaccanti. Se mi fosse stato detto diversamente avrei già chiuso la porta. In più, al Napoli che gioca anche la Champions League farebbe comoda l’esperienza del mio assistito. Ieri all’Hilton ho incontrato Bigon ed abbiamo chiacchierato, ma se posso fargli un rimprovero dico che non paga mai un caffè! Quando ci saranno le idee chiare ci si potrà rincontrare. Trezeguet è in condizione fisica ottimale. Ogni volta che l’ho visto giocare ha sempre segnato. Mi ricordo ancora quel gol che segnò al Real Madrid di Mourinho, non l’ho mai visto correre così. Trezeguet ha una freschezza incredibile, garantisco io per lui. Lamela è indubbiamente un giocatore di cui se ne parla tanto. Penso che qualcosa più degli altri la debba avere anche perchè chi lo propone non penso che si esponga così tanto se il calciatore non valesse. Quando si tratta di giovani però non c’è mai una certezza”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©