Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LO SCRIVE IL MATTINO

Campagnaro, c'è una possibilità che possa giocare


Campagnaro, c'è una possibilità che possa giocare
19/02/2012, 09:02

Il dubbio resta. E forte. Ma alla fine il responso potrebbe anche essere positivo. Hugo Campagnaro ieri mattina non si è allenato, era uscito dopo dieci minuti al «Franchi» per un risentimento all’altezza del polpaccio. Gli accertamenti ecografici hanno riscontrato un’elongazione a livello tendineo e non muscolare. Il difensore proverà oggi svolgere parte dell’allenamento. Al momento la sua presenza per la sfida di martedì sera contro il Chelsea al San Paolo è da considerare al cinquanta per cento, il provino decisivo dovrebbe essere efffetuato la mattinata stessa della partita.
Campagnaro ieri avvertiva ancora fastidio, contro la Fiorentina ha preferito lasciare il campo. Se non dovesse farcela toccherà a Grava, per il difensore casertano brillante protagonista contro Chievo e Fiorentina, si tratterebbe dell’esordio stagionale in Champions League.
Quasi certamente indisponibile Vargas che si fece lunedì sera contro il Chievo: distorsione alla caviglia destra per l’attaccante cileno. Vargas oggi ricomincerà il lavoro con i compagni, una tabella che lo riporterà comunque a disposizione per la partita di domenica sera al «San Paolo» contro l’Inter.
Nessun problema per Paolo Cannavaro che si è procurato una ferita all’altezza del ginocchio destro. Il medico sociale Alfonso De Nicola tra il primo e il secondo tempo a Firenze gli ha chiuso la ferita e il capitano ha potuto riprendere senza problemi, sarà pronto al cento per cento per la sfida di Champions League contro il Chelsea.
Allenamento di scarico ieri mattina per chi ha giocato a Firenze, lavoro più intenso e partitina a campo ridotto per gli altri uomini della rosa. Sotto osservazione anche Donadel che avrebbe dovuto far parte dei convocati per Firenze, Mazzarri era intenzionato a portarlo almeno in panchina ma non lo ha ancora ritenuto pronto al cento per cento. Oggi allenamento, domani la rifinitura. In questi due giorni verrà inquadrata al meglio la sfida contro il Chelsea, si passerà allo studio della fase passiva e il tecnico evidenzierà i punti deboli dei Blues, cioè il modo migliore per colpire la squadra londinese. E grande attenzione sarà rivolta ai calci piazzati, sia in fase d’attacco che in difesa. Da calcio d’angolo arrivò il primo gol di Britos contro il Chievo Verona. Le reti contro la Fiorentina invece sono arrivate da giocate centrali con Hamsik bravissimo a verticalizzare .

FONTE: IL MATTINO

Commenta Stampa
di Luigi Russo Spena
Riproduzione riservata ©