Sport / Kart

Commenta Stampa

Campionati kart: le classifiche


Campionati kart: le classifiche
25/04/2011, 18:04

Dopo l’apertura della stagione del Campionato Italiano CSAI Karting a Sarno lo scorso 3 aprile, le classifiche del tricolore iniziano a delineare i primi protagonisti per la rincorsa al titolo di categoria e a offrire le prime valide indicazioni in vista del secondo appuntamento in programma l’8 maggio alla Pista Azzurra di Jesolo.

Nella KZ2 al comando si è portato Antonio Piccioni (Parolin-Tm), autore di una bella vittoria nella seconda finale e di un quarto posto in gara-1 che hanno proiettato il pilota del team Formula K in testa con 54 punti. Nella categoria abbiamo visto comunque molti altri protagonisti in grado di mettersi in luce, a partire dal suo compagno di squadra, Yannick De Brabander, vincitore in gara-1, e dalla coppia di CKR con Marco Zanchetta, secondo in classifica con 46 punti, e Alessandro Bressan, quarto con 38. Ma fra i maggiori favoriti della KZ2 si inseriscono di diritto anche i due piloti “targati” CRG, l’altoatesino Fabian Federer e il salernitano Francesco Celenta, che per ora occupano rispettivamente la terza e l’ottava posizione. Soprattutto Celenta ha da recriminare per un incidente a due curve dal traguardo quanto era in lotta per la seconda posizione.

Campionato KZ2: 1. Piccioni (Parolin-Tm) punti 54; 2. Zanchetta (Ckr-Tm) 46; 3. Federer (Crg-Tm) 40; 4. Bressan (Ckr-Tm) 38; 5. De Brabander (Parolin-Tm) 32; 6. Quadrana (Intrepid-Tm) 24; 7. Giulietti (Tony Kart-Tm) 21; 8. Celenta (Crg-Tm) 18; 9. Pizzuti (Birel-Tm) e Massatani (Intrepid-Sgm) 9.

La KF2 presenta Nicola Marcon (Tony Kart-Vortex) in testa al campionato grazie al secondo posto in gara-1 alle spalle del campione italiano Alessio Santilli e la vittoria in gara-2. Per quanto riguarda le altre posizioni di classifica, bisognerà attendere il verdetto del TNA per l’appello presentato da Alberto Di Folco (Tony Kart-Vortex), giunto terzo in ambedue le finali di Sarno ma trovato irregolare nel carburatore (al termine di gara-1) perché non conforme rispetto alla fiche. Di Folco occuperebbe la seconda posizione in classifica con 42 punti, ma il suo punteggio potrebbe diventare zero se il TNA confermerà l’irregolarità. Altri protagonisti della categoria si sono rivelati Gianni Vigorito (Birel-Bmb), ottimo secondo in gara-2 dopo una bella rimonta, Alessio Santilli (Intrepid-Tm), Lorenzo Caponi (Tony Kart-Vortex) e anche Matteo Gasparrini (Tony Kart-Vortex) attardato per alcuni incidenti ma sicuramente fra i prim’attori del campionato.

Campionato KF2 (sub-judice): 1. Marcon (Tony Kart-Vortex) punti 62; 2. Di Folco (Tony Kart-Vortex) 42 sub-judice; 3. Vigorito (Birel-Bmb) 38; 4. Santilli (Intrepid-Tm) 30; 5. Caponi (Tony Kart-Vortex) 23; 6. Manduchi (Intrepid-Tm) 22; 7. Guazzaroni (Tony Kart-Tm) 14; 8. Moretti (Maranello-Tm) 13; 9. Gasparrini (Tony Kart-Vortex) e Di Bellonio (Tony Kart-Tm) 12.

La KF3 ha già indicato un sicuro candidato al titolo, è il pugliese Federico Pezzolla (Intrepid-Tm) che nella prima prova di Sarno ha riportato due belle vittorie. La KF3 però si è confermata una categoria molto vivace, con tanti altri protagonisti che si sono messi in luce. Le due gare di Sarno poi sono state ricche di sorpassi, e incerte fino alla fine. Alle spalle di Pezzolla, che in classifica occupa la prima posizione con un buon vantaggio, in meno di 15 punti sono ristretti cinque piloti: Lorenzo Paggi (Tony Kart-Tm), Simone Cunati (Top Kart-Tm), Nicolò Balsamo (Birel-Bmb), Matteo Desideri (Tony Kart-Vortex) e Luca Corberi (Tony Kart-Vortex). Fra coloro che non hanno raccolto quanto avrebbero meritato è Antonio D’Angelo, pilota della Pcr, penalizzato di 3” in partenza di gara-2 per una lieve irregolarità che gli è costata il secondo gradino del podio, e Lance Stroll (Zanardi-Parilla) per un doppio incidente di cui il primo in gara-1 proprio con D’Angelo alla prima curva dopo la partenza.

Campionato KF3: 1. Pezzolla (Intrepid-Tm) punti 66; 2. Paggi (Tony Kart-Tm) 38; 3. Cunati (Top Kart-Tm) 36; 4. Balsamo (Birel-Bmb) 34; 5. Desideri (Tony Kart-Vortex) 26; 6. Corberi (Tony Kart-Vortex) 24; 7. De Marco (Tony Kart-Tm) 20; 8. Leone (Tony Kart-Tm) 18; 9. Iacovacci (Tony Kart-Vortex) 17; 10. Palagi (Kosmic-Vortex) e D’Angelo (Pcr-Parilla) 9.

La 60 Mini nella prima prova di Sarno ha offerto il consueto agonismo che questa categoria è solita offrire, continui sorpassi e lotte accese per ogni posizione, con belle lotte non solo per la vittoria ma anche nelle retrovie. Le due finali di Sarno hanno espresso la supremazia di un pilota locale, Remigio Garofano (Top Kart-Lke) già comunque in evidenza anche lo scorso anno nella Finale Nazionale CSAI di Siena dove si classificò sesto. Nella gara di Sarno, Garofano ha guadagnato punteggio pieno per aver vinto gara-1 e essersi piazzato secondo in gara-2 ma alle spalle di un pilota straniero con licenza straniera, il romeno Marco Dionisios (Top Kart-Lke), che nella classifica per il campionato italiano non può prendere punti. Al secondo posto si è inserito invece uno straniero con licenza italiana, il russo Robert Shwartzman (Birel-Lke) già vincitore del titolo nazionale lo scorso anno nella finale di Siena. Altri protagonisti in luce a Sarno, Lorenzo Travisanutto (Energy-Lke), Luigi Angelillo (Tont Kart-Lke), Alessio Pollara (FA Kart-Lke).

Campionato 60 Mini: 1. Garofano (Top Kart-Lke) punti 66; 2. Shwartzman (Birel-Lke) 52; 3. Travisanutto (Energy-Lke) 34; 4. Angelillo (Tony Kart-Lke) 32; 5. Pollara (FA Kart-Lke) 26; 6. Montefusco (Parolin-Lke) 22; 7. Nifosì (FA Kart-Lke) 20; 8. “Alex” (Tony Kart-Vortex) 17; 10. Castelli (Tony Kart-Parilla) 13.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©