Sport / Calcio

Commenta Stampa

Il capitano in conferenza stampa

Cannavaro: "Noi uniamo, non dividiamo"


Cannavaro: 'Noi uniamo, non dividiamo'
11/06/2010, 17:06

CENTURION - E' Fabio Cannavaro a spiegare la decisione di devolvere parte dei premi Mondiali per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia: "Abbiamo voluto fare una cosa positiva, senza polemica e senza provocazione. Ci sembrava giusto dare un segnale in un momento difficile, noi della Nazionale siamo più per unire che per dividere".
La mente degli azzurri, però, è tutta concentrata sulla prossima partita, anzi sulla prima di questo Mondiale Il in programma lunedì contro il Paraguay. "Se mettiamo in campo le nostre armi possiamo giocarcela con tutti. Io sono fiducioso. Da parte di tutti c'è un po' di scetticismo, ma noi mettiamo in campo la nostra tradizione, la nostra voglia e il nostro orgoglio". Cannavaro ha anche fatto le condoglianze di Mandela a nome del gruppo: "Ci sarebbe piaciuto vederlo".
Infine una battuta sull'ipotesi di un trasferimento a Dubai anche di Lippi: "Ho letto anche io e mi ha fatto ridere. Io non devo convincere nessuno. Io ho fatto la mia scelta di vita. A Dubai c'è il mare, fa caldo, sarebbe bello anche per lui".

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©