Sport / Vari

Commenta Stampa

Presenti anche numerosi atleti napoletani

Canottaggio: grande successo per il Tricolore Master di Piediluco


Canottaggio: grande successo per il Tricolore Master di Piediluco
27/06/2010, 10:06


PIEDILUCO (Terni) - Centoquarantasette equipaggi, 294 atleti, quattro armi inglesi di Oxford e Cambridge. Sono i numeri del Tricolore Master di canottaggio attualmente in corso sul lago di Piediluco. Una grande festa del remo dedicata agli irriducibili atleti over 27. La firma sull’organizzazione è del Circolo Canottieri Piediluco e del sito web Amoremare, con l’indispensabile supporto della Federazione Italiana Canottaggio, che ha messo a disposizione degli atleti un considerevole numero d’imbarcazioni. Oggi al via – e non poteva essere altrimenti – anche gli equipaggi delle società napoletane, sempre in prima linea quando si tratta di questi eventi: Canottieri Napoli, Ilva Bagnoli, Posillipo.
Ma ecco altri numeri di questa edizione senza precedenti, che vede scendere in acqua nel settore maschile 45 doppi, 36 singoli, 25 quattro di coppia, 9 quattro senza, 6 due senza e 7 otto fuori scalmo. Ben rappresentato anche il gruppo delle master rosa con 9 singoli, 5 quattro di coppia, 4 doppi e 2 otto fuori scalmo.
Ma la sorpresa di questa edizione è la presenza, come detto, di 4 otto inglesi dei blasonatissimi circoli di Oxford e Cambridge. E’ quasi una regata internazionale, pur rimarcando che gli armi ospiti gareggiano fuori gara, ma la loro grande sportività arricchisce le acque di Piediluco con quel valore aggiunto che fa di una regata un evento sportivo.
Che il movimento master fosse in crescita non c’erano dubbi, ma questa edizione con il 37,59% di iscritti in più rispetto al 2009 segna effettivamente un successo costruito in mesi di lavoro da parte degli organizzatori. Nel 2008 gli atleti/gara erano solamente 181, passati nel 2009 a 282, ma nessuno si aspettava 388 nell’edizione di quest’anno. E’ un dato ben augurante per il neo responsabile nazionale Stefano Ottazzi, è un dato che dimostra la vitalità di tutto il remo nazionale.
Il Campionato Tricolore Master si sta imponendo all’attenzione dei canottieri italiani come un immancabile appuntamento in cui sportività, turismo e la gioia di stare insieme si fondono in nome dell’agonismo allo stato puro. Non ci sono Olimpiadi dietro i master, ma solo persone che amano il remo in modo gioioso. E' bello vederli gareggiare nel luogo sacro al canottaggio italiano.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©