Sport / Calcio

Commenta Stampa

La risposta di Don Fabio

Capello: "Non sono per i metodi punitivi, non ho mai punito"


Capello: 'Non sono per i metodi punitivi, non ho mai punito'
19/02/2014, 10:13

Antonio Conte ha reagito con forza alle parole di Fabio Capello che aveva contestato la scelta del tecnico bianconero di punire i suoi giocatori dopo il pari di Verona.
E, quindi, il pallino del gioco è passato nuovamente al tecnico della Russia.

Quello che segue è un estratto dell'intervista concessa a Sky Sport (il resto sarà trasmesso nella puntata de I Signori del calcio del prossimo 1° marzo) da Capello che ha replicato al duro attacco dell'allenatore juventino ("Della Juve di Don Fabio tutti si ricordano per l'assenza di gioco e per i due scudetti revocati") di domenica scorsa: "Lui sta facendo delle cose buonissime, sta dimostrando tutto il suo valore, sta facendo molto molto bene, sia tatticamente, che anche nella gestione del gruppo. Io non è che non ho gradito quanto ha fatto dopo Verona, mi è stata fatta la domanda, io non sono per i metodi punitivi. Ognuno gestisce la situazione come meglio pensa, ma soprattutto ognuno di noi, ogni allenatore gestisce la squadra conoscendo i giocatori. Difatti, è molto difficile entrare nelle decisioni degli altri allenatori, delle altre persone, se non conosci dall’interno cosa sta succedendo. Io ho detto solo che io non ho mai punito una squadra. Ho detto solo questo, non ho detto che sono contro la decisione di Conte. Io non ho mai punito".

Commenta Stampa
di Elisa Manacorda
Riproduzione riservata ©