Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

ESCLUSIVA

Carannante: Quagliarella deve dare qualcosa in più


Carannante: Quagliarella deve dare qualcosa in più
11/03/2010, 12:03

"La flessione, da ciò che ho visto, credo sia stata determinata da un calo di energina e un pò di sfortuna". Questa l'opinione di Antonio Carannante, ex giocatore azzurro, ai microfoni di Pensiero Azzurro.
"Io ci sta visto l'ottimo lavoro fatto dalla squadra dal momento in cui è arrivato mister Mazzarri. Da quel giorno la squadra ha dato più del 100%. Devo ammettere che nell'ultimo periodo ho notato due cose in particolare: la prima è che gli avversari temono il Napoli e preparano meglio le care, curano ogni particolare e basta pensare alla partita con la Roma, la seconda è che il calo fisico c'è stato e, non avendo grandi qualità, quando manca l'energia si può rientire di più di una flessioe. Però voglio sottolineare che a Bologna gli azzurri non hanno giocato male, il problema è che non sono riusciti a sfruttare le occasioni da gol create. L'unica cosa che mi sento di dire è che forse Quagliarella e Lavezzi devono fare qualcosa in più quando la squadra fa male. Lavezzi è giustificato visto che si sta riprendendo da un infortunio e il tecnico lo schiera proprio per aiutarlo a recuperare la forma migliore, ma Quagliarella deve riuscire a risolvere le partite. I giocatori importanti come lui devono essere a volte l'ancora di salvezza della squadra quando la partita non gira bene. Molti dicono che non gli servono le palle, ma deve essere anche lui anche a risolvere le partite..."
Il suo problema? Sicuramente non è una punta da 20 gol, ma 10-12. Ha dei cali, sono sicuro che più in là uscirà fuori anche perchè si va incontro all'estate e, essendo un giocatore rapido, andrà meglio con campi leggeri".
Arrivano tre avversari ostici, big alla ricerca di punti come Fiorentina, Milan e Juventus, come se la giocherà il Napoli? "Mazzarri starà preparand al massimo queste sfide. Forse il tecnico farà recuperare un pò di fiato a qualche giocatore".
A proposito, si pre3vedono un pò di cmabi nella formazione azzurra. Entra Cigarini? "Sarà il mister a decidere. L'unico che forse manca fino ad ora è Dossena. Il suo difficile inserimento forse è dovuto al fatto che non giocava da tempo, è una sorta di mistero. E' anche un pò sfortunato. Potrà dare qualcosa quando sarà al top anche perchè c'è bisogno di chi rifornisce l'attacco e si propone, non si può chiedere tutto a Maggio. Poi c'è Hamsik che o fa la differenza o non si vede, dovrebbe trovare un equilibrio suo per avere più continuità importante nella maturazione di un giocatore. Per quanto cocnerne la difesa, invece, sta facendo bene".

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©