Sport / Offshore

Commenta Stampa

Carpisa Yamamay a cerca del titolo sul podio mondiale Classe 3\\\\C


Carpisa Yamamay a cerca del titolo sul podio mondiale Classe 3\\\\C
19/09/2009, 11:09


Prosegue la corsa del Carpisa Yamamay verso il successo nel campionato mondiale di offshore\\\\classe 2 litri. L’equipaggio di Diego Testa, nella seconda prova di oggi, ha ottenuto un brillante terzo posto che lo ha catapultato al terzo posto anche in classifica generale, ad un solo punto dal secondo ed ancora in piena corsa per il titolo.  La giornata si era aperta con la gara della classe 6 litri, nella quale Diego Testa, dopo aver optato per la conferma al suo fianco del fratello Ettore, aveva disputato una prova eccellente nei primi giri mantenendo un terzo posto che avrebbe portato il team al secondo posto della classifica generale; la rottura di uno dei motori, però, lo ha costretto al ritiro, lasciandolo quindi senza speranze di podio. In questa classe, dopo le prime due prove, il titolo è stato già assegnato matematicamente al team arabo Fazzà.  Nella seconda gara di giornata, invece, quella della 2 litri, il Carpisa Yamamay, con Giovanni Di Meglio al fianco di Diego Testa. ha disputato ancora una volta una splendida prova, sempre nelle prime posizioni nonostante il numero elevato di concorrenti in gara (ben 23). Dopo alcuni giri conclusi tra il sesto ed il settimo posto, il Carpisa Yamamay ha iniziato una rimonta che ha permesso di chiudere la gara al terzo posto, nonostante un mare mosso che non facilitava la guida, tenendo il team ancora in piena corsa per il titolo. La vittoria della prova, infatti, è andata al finlandese Johnsson davanti al francese Bacellini; gli scandinavi, grazie anche al terzo posto di ieri, hanno accumulato un buon vantaggio (700 punti), ma alle loro spalle la lotta è serrata, con il francese Giordani a 405 punti ed il team di Diego Testa a 404. Uno sprint avvincente, quindi, per la seconda piazza, ma entrambi gli equipaggi possono ancora sperare nel primo posto, perché i punti in palio per la vittoria dell’ultima gara sono 400 e l’ultima parola non è stata ancora scritta.
“Nella 6 litri siamo stati sfortunati – ha dichiarato dopo le gare Diego Testa – saremmo potuti essere sul podio ed invece ci troviamo fuori dalla lotta. Questo, però, ci permetterà di concentrare tutti gli sforzi di domenica nella 2 litri, dove siamo ad un passo dal secondo posto. Le condizioni meteo non sono facili e quindi potrà succedere di tutto, noi andremo in mare per superare i francesi, ma la speranza di poter vincere il titolo non l’abbiamo abbandonata, perché in queste gare non c’è niente di scontato”.
Domani giorno di pausa, si correranno solo le prove libere; per il Carpisa Yamamay la giornata servirà a preparare la barca per la prova di domenica, quando si svolgeranno le ultime gare. Il team partenopeo non parteciperà a quella della 6 litri, ma sarà in mare alle 12 nella gara della 2 litri.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©