Sport / Calcio

Commenta Stampa

Caso-Cavani: ci siamo quasi. Chelsea in pole

De La chiede una contropartita

.

Caso-Cavani: ci siamo quasi. Chelsea in pole
27/06/2013, 11:51

Forse ci siamo. Forse i tifosi del Napoli speravano in cuor loro che il Brasile, come da pronostico, si imponesse sull’Uruguay per far tornare Cavani in Italia con qualche giorno di anticipo rispetto alla fine ufficiale della Confederation Cup.

La Celeste torna a casa (dopo un’ottima prova del Matador che ha fatto il centravanti ma anche il terzino contro la Seleçao) e Edi parlerà con il presidente.

Intanto ieri del Matador ha parlato il ct della nazionale uruguaiana, Oscar Tabarez, che ha preferito non sbilanciarsi ricordando un episodio dell’anno scorso quando De Laurentiis se la prese molto per alcune dichiarazioni (l'addio di Cavani è solo una questione di tempo, cercherà un futuro migliore”).

In ogni caso, il Matador, finito l’importante impegno con la sua nazionale, potrà concentrarsi esclusivamente sul suo futuro e finalmente questa situazione si delineerà in qualche modo.

Intanto sembra che il Manchester City, ceduto Tevez alla Juventus, si stia orientando sempre più per l’acquisto di Super Mario Gomez del Bayern Monaco, affare che allontanerebbe Edi dall’Etihad Stadium e da Manuel Pellegrini. L’altra squadra inglese che farebbe carte false per avere Cavani, il Chelsea, come riporta La Gazzetta dello Sport, non sembra intenzionata a superare l’offerta di 40 milioni di sterline, equivalenti a 47 milioni di euro; De Laurentiis potrebbe convincersi ad accettare una somma di denaro inferiore alla clausola rescissoria solo in cambio di determinate contropartite tecniche: Ramires per il Chelsea e Callejon per il Real Madrid.

Quella con i Blues sembra essere la trattativa più realizzabile e per Cavani, probabilmente, sarebbe un vantaggio approdare a Londra piuttosto che al Real: il gioco di Mourinho si adatta alle caratteristiche del Matador che, se dovesse davvero lasciare Napoli, agli ordini del portoghese potrebbe ripetere le incredibili stagioni realizzate con la maglia azzurra.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©