Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LO SCRIVE "IL MATTINO"

"Cavani pronto ad un altro anno da record"


'Cavani pronto ad un altro anno da record'
03/01/2012, 10:01

Un anno così non lo dimenticherà tanto facilmente: la valanga di gol, ben 29, è stata già sistemata nella valigia dei ricordi. Ora ne ha già comprata un’altra perché Edinson Cavani non ha alcuna intenzione di fermarsi. E’ un attaccante come ce ne sono pochi. Ha gettato alle ortiche l’etichetta del vecchio bomber d’area, statico e avulso dal contesto tattico. Il Matador è l’emblema della modernità: corre come pochi, si sacrifica quando occorre, ma non perde mai il killer instict davanti al portiere avversario. La miscela è quella di un campione unico che ha completato la sua maturazione assieme a Mazzarri. Un rapporto schietto e franco. A Novara, ebbero un dissapore poi superato brillantemente con un colloquio davanti al resto del gruppo. Il feeling è tornato alto e l’uruguaiano l’ha dimostrato alla sua maniera: doppietta devastante contro il Genoa. Ora è pronto alle nuove imprese.
L’appuntamento è fissato oggi pomeriggio a Castel Volturno. Jet lag ancora da smaltire, ma la voglia di cominciare è alta. All’appello mancano soltanto lui e Zuniga (bloccato all’aeroporto di Parigi) che sono arrivati nella serata di ieri e — d’accordo con la società — riprenderanno oggi il filo interrotto la magica notte del 21 dicembre. Il passato è già alle spalle. Cavani ha le idee molto chiare, avvierà la rimonta nell’unico modo che conosce: festeggiare il 2012 con i suoi personalissimi botti. Nel 2011 — il 9 gennaio — ne esplose addirittura tre piegando la Juventus al San Paolo, al termine di un 3-0 che i tifosi ricordano ancora. Adesso prenota il bis alla ripresa del campionato.
L’appuntamento è da amarcord. Sarà di scena al Renzo Barbera contro quel Palermo che l’ha lanciato nel firmamento della serie A, quando era un ragazzino. Il precedente della scorsa stagione grida ancora vendetta. Il Matador segnò subito su rigore, non esultò per rispetto, ma i rosanero completarono la rimonta e servirono la beffa. In testa, dunque, c’è la voglia di riscatto perché quella partita non l’ha mai digerita. L’operazione partirà nel pomeriggio. Arriverà tirato a lucido dopo un periodo di riposo assoluto, come non gli capitava da tempo. In estate — infatti — è stato impegnato con la Coppa America e ha avuto pochi giorni per tirare il fiato. Stavolta non ci sono stati intoppi, Mazzarri ritroverà un campione rilassato e pronto a tuffarsi con entusiasmo verso i prossimi impegni. Palermo e Cesena in Coppa Italia, Cavani non tralascerà nulla. Senza Lavezzi, sarà il vero e proprio trascinatore del Napoli. Naturalmente il Matador aiuterà pure Eduardo Vargas nell’inserimento.
L’arrivo del cileno — finora — è slittato per le lungaggini burocratiche relative al visto. Il diesse Bigon presenterà oggi il contratto in Lega e poi finalmente capirà quando il nuovo acquisto potrà aggregarsi al gruppo. Dal Cile scrivono che venerdì è il giorno giusto, in realtà Turboman potrebbe arrivare sabato o addirittura domenica, a ridosso della partita con il Palermo. Poco male, il Napoli ha le spalle larghe e il 22enne talento dovrà ambientarsi in tutta tranquillità. L’umore del gruppo è già alto. Ieri Mazzarri ha riunito tutti al centro del campo dispensando parole d’incoraggiamento. Applauso finale e persino qualche scherzo con Inler che s’impossessa per qualche istante della cartellina del tecnico di San Vincenzo. Risate generali, poi si fa sul serio. Oggi se ne accorgerà pure Cavani, presto — invece — il discorso potrebbe riguardare pure Antonio Candreva, centrocampista del Cesena che piace molto a Mazzarri. L’idea di uno scambio con Santana è sempre in piedi, l’argentino — del resto — chiede spazio e al Manuzzi potrebbe avere quella continuità che a Napoli gli è mancata. Voce dalla Grecia: il club azzurro ha chiesto informazioni su Quincy Owusu Abeye, 25nne esterno sinistro olandese (naturalizzato ghanese) del Panathinaikos.
FONTE: REPUBBLICA

Commenta Stampa
di Pietroalessio di Majo
Riproduzione riservata ©