Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Cavani-Psg, manca poco per l'ufficialità

L'Equipe: "Cavani è a Parigi"

.

Cavani-Psg, manca poco per l'ufficialità
11/07/2013, 11:30

Cavani è atterrato a Parigi. Dopo tante, troppe parole, sembra essere arrivato il momento della firma. E dell'addio. Oggi potrebbe essere la giornata in cui il Matador, accompagnato dal suo agente Triulzi, siglerà il suo accordo con il Psg.

Edinson Cavani è arrivato a Napoli in un'estate che sembrava maledetta per i tifosi azzurri, l’estate in cui Fabio Quagliarella, dopo una sola stagione in azzurro, veniva ceduto in prestito alla Juventus. Per sostituire lo stabiese, De Laurentiis sborsava, tra i dubbi e le perplessità di tifosi e addetti ai lavori, 17 milioni per portare in azzurro l’attaccante del Palermo. L’uruguaiano veniva da tre stagioni e mezzo con la maglia rosanero, stagioni in cui aveva collezionato 109 presenze e 34 gol: insomma, si pensava che l’affare l’avesse fatto Zamparini.

Poche volte così tante persone si sono sbagliate di così tanto sulla stessa cosa. Cavani a Napoli è esploso, ha segnato 78 reti in 104 presenze, ha avuto un rendimento altissimo e costante per le tre stagioni in azzurro. Insomma, l’affare l’aveva fatto De Laurentiis. E, probabilmente, anche adesso l’affare lo sta facendo il patron azzurro; la plusvalenza è di quelle importanti (circa 46 milioni) e con la cifra ricavata il Napoli potrebbe fare (e ha già iniziato) una sontuosa campagna acquisti.

Per quanto riguarda Cavani, sembra evidente che abbia fatto una scelta economica: il suo sogno era il Real Madrid, la sua speranza il Chelsea di Mourinho, il suo futuro il campionato francese. E al Psg non sarà coccolato e messo al centro del progetto come avveniva a Napoli e dovrà fare i conti con altre prime donne: vedremo se il suo rendimento ne risentirà o se sarà lo stesso Matador che abbiamo conosciuto a Napoli.

Commenta Stampa
di Elisa Manacorda
Riproduzione riservata ©