Sport / Calcio

Commenta Stampa

IN CERCA DELL'ESTERNO

CdS - "Napoli, doppia scelta: Armero o Cissokho"


CdS - 'Napoli, doppia scelta: Armero o Cissokho'
03/05/2012, 12:05

C’è un ruolo che va coperto adeguatamente, e prima di ogni altro, per il prossimo campionato: quello dell’esterno di sinistro di centrocampo. Quest’anno Mazzarri ha dovuto sopperire ai cali di forma di Dossena e ai suoi stop forzati, adattando Zuniga su una corsia non sua. Dalla prossima stagione il Napoli vuole dotarsi di un mancino naturale, che dia ampie garanzie. E a tale proposito è spuntato già il primo ballottaggio: Armero dell’Udinese oppure Cissokho del Lione. Entrambi sono finiti nel mirino dell’area tecnica azzurra. Simili le caratteristiche: cursori di fascia, capaci di interpretare le due fasi di gioco, esplosivi al punto giusto, abili nel guadagnare la linea di fondo e servire cross al centro dell’area di rigore avversaria. Più o meno identiche anche le valutazioni: intorno ai nove milioni di euro. Non sono giovani da lanciare in orbita ma calciatori già collaudati: ventisei anni il colombiano, venticinque il franco-senegalese. Il Napoli sta valutando su chi dei due fiondarsi in maniera concreta, ovviamente dopo aver conosciuto le pretese di ingaggio.
IL MANCINO - Per Armero, già compagno di nazionale di Zuniga, il Napoli ha già sondato il terreno con l’Udinese. Il colombiano ha il contratto in scadenza nel 2015, percepisce un ingaggio piuttosto contenuto (meno di un milione di euro a stagione) e per Pozzo varrebbe dai dieci milioni di euro in su. Su Cissokho, più giovane di un anno e più fisico di Armero, il Napoli ha stretto il cerchio negli ultimi tempi, dopo averlo visto all’opera in più di una gara ed aver saputo che è tra i cedibili nel Lione (contratto in scadenza nel 2014). Il francese era stato vicino al Milan qualche anno fa, prima di passare al Vittoria Setubal, poi al Porto, infine al Lione. Anche il suo ingaggio rimane intorno al milione di euro all’anno. Ma sia lui che Armero non sembrano avere tanta dimestichezza con la fase difensiva e per quello il Napoli rimane titubante.
FONTE: CORRIERE DELLO SPORT
PdM

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©