Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

"OGNI MONDO E' PAESE"

CdS: Bagarini a Monaco, il match costa 400 euro!


CdS: Bagarini a Monaco, il match costa 400 euro!
03/11/2011, 12:11

Bayern-Napoli è l'Evento, la serata d'onore d'una città riemersa dal buio e catapulatata in quel guscio avveniristico che illumina d'immenso: le luci della ribalta eccole lì, all'Allianz Arena, l'irrinunciabile incrocio con la Storia da vivere spalancando gli occhi, costi quel che costi.
«Quanti euro?». Le notti son fatte per sognare e nel ventre d'una città modernissima, si scopre che ogni mondo è paese e che l'antivigilia di Bayern-Napoli è una ricerca affannosa d'un posto, pure scomodo se dovesse esistere, per non saltare l'appuntamento. «Quattrocento euro, ragazzi». I quaranta euro della prevendita sono cresciuti, si sono moltiplicati per dieci, e a chi s'è messo in viaggio in macchina, per potersi godere lo spettacolo nello spettacolo, non bada al prezzo di bagarini famelici o anche romantici... «Io l'ho venduto a duecento euro, perché sono buono».
C'è Bayern-Napoli è c'è una città in fibrillazione, perchè la Monaco di Baviera che si risveglia al mattino d'un mercoledì da «leoni», certifica l'invasione attraverso quell'onda anomala che travolge il centro storico, che aspetta la danza del carillon e quel gioco di campane, che invade le stradine laterali, le birrerie e i ristoranti italiani. E' quì la festa, in un abbraccio collettivo ch'è uno splendido spot per il football, in un revival tra amici e parenti che si dànno appuntamento per ritrovarsi, per raccontarsi, per ricordare che in Baviera ci sono centomila italiani e in Marienplatz, in genere, passeggiano migliaia di emigranti.
Dalla Hofbrauhaus, la birreria più famosa, esce un'ode a Lavezzi e una a Cavani, mentre bandieroni tappezzano il cielo e spingono verso l'Allinanz Arena, se solo ci fosse un biglietto: «Quattrocento euro». Detto e fatto, in un clima gioioso, mentre intanto atterrano charter in continuazione e si cerca di contarli tutti: ma quanti sono? Ottomila, diecimila: la notte è un cielo dipinto d'azzurro.
FONTE: CORRIERE DELLO SPORT

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©