Sport / Calcio

Commenta Stampa

GIOIELLI DELL'UDINESE

CdS: "De Laurentiis vuole Cuadrado e Armero"


CdS: 'De Laurentiis vuole Cuadrado e Armero'
27/03/2012, 10:03

Dev’essere stato quel gol alla Maradona, con la cavalcata verso la porta del Siena, a convincere De Laurentiis che l’idea poteva essere vincente. E così il Napoli ha chiesto Juan Cuadrado all’Udinese. Classe ’88, alla prima stagione da titolare in serie A dopo un paio di anni di apprendistato friulano, Cuadrado sta facendo vedere tutte le sue qualità nel Lecce, che lo ha avuto in prestito insieme con l’altro colombiano Muriel.

Se Cosmi è ancora in corsa per la salvezza deve molto a lui. Esterno velocissimo, resistente, spettacolare, bravo nell’uno contro uno, è ancora un po’ discontinuo ma ha un potenziale che gli operatori di mercato considerano illimitato. L’Udinese è stata contattata anche dall’Inter gelando le speranze: vogliamo 15 milioni. Ma sul prezzo, che aveva già scoraggiato la Roma, si può andar giù, perché la famiglia Pozzo ha stabilito che Cuadrado è uno dei pezzi che possono essere venduti nella prossima campagna trasferimenti (Muriel invece potrebbe restare un anno a Udine prima di andar via). Nei prossimi giorni Bigon potrebbe tornare a farsi vivo con l’uomo mercato dell’Udinese, Stefano Antonelli.
COLLOCAZIONE - Per le caratteristiche del Napoli, Cuadrado sarebbe un rinforzo eccellente. Essendo stato utilizzato sia come terzino che come centrocampista, sia a Lecce che nella nazionale colombiana, ha le caratteristiche di un esterno completo. Si propone come un’ottima alternativa per Maggio sulla destra, in una rosa che avrà bisogno di risorse spumeggianti anche in panchina per affrontare al meglio i tre impegni stagionali.
L’ALTRO - Non è escluso che nella trattativa, visti gli ottimi rapporti tra i due club, possa entrare anche il terzo colombiano di Udine: Pablo Armero, altro calciatore-mezzofondista, padrone della fascia sinistra di Guidolin. A 25 anni, si sente pronto per tentare il salto. E il Napoli, come altre società di serie A, in passato ha manifestato un caldo interesse. Se ne parlerà più avanti ma una cosa è certa: i fratelli di Shakira hanno i mezzi per infiammare il San Paolo.
FONTE: CORRIERE DELLO SPORT
PdM

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©