Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA TRATTATIVA

CdS: "Il Napoli sfida tutti per Eduardo Vargas"


CdS: 'Il Napoli sfida tutti per Eduardo Vargas'
16/12/2011, 10:12

Non è un tipo facile Eduardo Vargas: "Non mi piace molto che mi paragonino con altri giocatori - dice - anche se so qual è l'importanza di essere messo sullo stesso piano di grandi campioni, però al di là di questo non presto molta attenzione a quello che dicono di me". E ha anche un'idea molto particolare delle interviste: "Non mi piace concederle - l'ha ribadito recentemente "El Grafico" - perché poi se uno dice qualcosa di male, possono pubblicare qualche cosa contro di te". Opninioni personali... In campo però è tutt'altra cosa.
Eduardo Vargas, attaccante di 22 anni, l'hanno ribattezzato il nuovo Alexis Sanchez (ma non bisogna dirglielo), sta facendo impazzire di gioia la Universidad de Chile, i suoi tfosi e i suoi dirigenti. Gol a grappoli e milioni (tanti) in arrivo. Mercoledì sera, in una notte indimenticabile, la Universidad de Chile grazie ai gol di Vargas ha conquistato il primo titolo internazionale della sua storia, la Copa Sudamericana, superando nella doppia finale gli ecuadoriani della Liga di Quito: sua la rete del successo in trasferta all'andata, sua la doppietta nel 3-0 della partita di ritorno. La seconda realizzazione è stata spettacolare: azione personale, due difensori lasciati per strada, poi un morbido tocco per superare il portiere. Solo l'ultimo di una serie di gioielli che gli hanno fatto vincere la classifica dei marcatori, undici reti (in 12 incontri con la squadra imbattuta) mai così tante nella storia della competizione, la seconda per importanza dopo la Libertadores e che gli hanno fatto conquistare anche il premio di miglior giocatore del torneo.
INIZIO DIFFICILE - All'Universidad de Chile ci è arrivato nell'estate 2010, dal Cobreloa, ma prima nel 2005, aveva partecipato anche a un reality show calcistico. Voluto dal tecnico di allora Gerardo Pelusso, l'inizio non è stato facile al punto che l'allenatore velocemente lo relegò prima tra le riserve, poi lo mise anche fuori squadra, ma per una scappatella notturna (il vizietto di parecchi giocatori cileni...)
GRAN REPERTORIO - Per passare dalla crisi al successo si è dovuto attendere l'arrivo in panchina dell'argentino Jorge Sampaoli che schierando la Universidad con tre attaccanti è riuscito anche a far esplodere tutte le qualità di Vargas. Rapidità, fiuto del gol, un ampio bagaglio tecnico: segna con i tiri al volo, di testa, saltando il portiere, da lontano e da vicino, per tutti i gusti. In Nazionale con la 'Roja' ha debuttato nel 2009, ma la rete più bella l'ha segnata quest'anno, ai campioni del Mondo della Spagna.
SFIDA A NEYMAR - Nel primo semestre dell'anno è stato eletto miglior giocatore dell'Apertura, campionato vinto con la Universidad de Chile, poi il successo nella Sudamericana senza dimenticare che è in corsa anche per il Clausura, domenica c'è la semifinale contro l'Univesidad Catolica. Trionfi che l'hanno portato a diventare il grande avversario di Neymar per il premio di 'Miglior giocatore d'America', famoso riconoscimento annuale del quotidiano uruguaiano 'El Pais'.
FONTE: CORRIERE DELLO SPORT

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©