Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

RASSEGNA STAMPA

CdS: "Il vero Napoli è pronto per la Fiorentina"


CdS: 'Il vero Napoli è pronto per la Fiorentina'
23/09/2011, 10:09

Tornano i big. E per big s’intendono quei calciatori che avevano strappato consensi a Manchester e schiacciato il Milan in soli quattro giorni. Innanzitutto si ricompone il tridente originale, quello che lo scorso anno aveva contribuito con quarantatre gol ad afferrare la Champions League: Cavani (26), Hamsik (11), Lavezzi (6). Ma rientrano anche Campagnaro e Cannavaro, i corazzieri davanti a De Sanctis, nonchè Gokhan Inler, l’acquisto per eccellenza della scorsa campagna acquisti. Ed intorno al Napoli riaffiorano come d’incanto, autostima, fiducia, ottimismo. Del resto, non poteva essere diversamente. Con il Chievo Verona era andato in campo un altro Napoli, quello sperimentale, imbottito di ricambi e di giocatori che si ritrovavano insieme per la prima volta in una gara ufficiale. Ma il vero Napoli ha una sua fisionomia collaudata ed è pronto a sostenere il prossimo trittico di partite: domani sera la Fiorentina, martedì il Villarreal, l’altro sabato l’Inter.
La parentesi con il Chievo Verona sembra già alle spalle, ormai. Archiviata. Spazzata via come il più banale degli incidenti di percorso. Se ne discute ancora solo in città. Si discute sull’opportunità o meno di procedere con quel turn over così massiccio. All’interno dello spogliatoio, invece, si pensa alla sfida di domani sera che dovrà restituire il morale in vista del primo faccia a faccia con gli spagnoli di Pepito Rossi, una autentica rivincita dopo la doppia sfida in Europa League dello scorso anno. Ieri Mazzarri ha fatto finta di nulla. Neanche un accenno alla prestazione del «Bentegodi » della sera precedente. Del resto, dovendo giocare ogni tre giorni non è il caso di soffermarsi su un passo falso. Tanto più se capitato in una situazione anomala e che non fa testo. Un incidente di percorso che poteva anche essere scansato senza l’errore difensivo commesso dall’esordiente Fideleff. Ma per Mazzarri meglio archiviare tutto in fretta e cominciare a preparare con lo spirito giusto il prossimo ciclo di impegni.
FONTE: CORRIERE DELLO SPORT

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©