Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

RASSEGNA STAMPA

CdS: "Lavezzi-Cavani, brusco risveglio per Boas"


CdS: 'Lavezzi-Cavani, brusco risveglio per Boas'
22/02/2012, 12:02

Alla fine di una pazza giornata, segnata dal definitivo ko di Terry e dalla decisione del difensore di andare sotto i ferri, Andrè Villas Boas al gol (casuale) di Mata per un attimo ha sperato che la ruota avesse iniziato finalmente a girare per il verso giusto. Lavezzi e Cavani l’hanno svegliato nel modo più brusco possibile. La differenza tra il Napoli e il suo  Chelsea sta tutta in quei due lì. «Perché il Napoli è stato molto più efficiente davanti alla porta», spiega il portoghese, che negli spogliatoi ha incontrato Mazzarri, gli ha stretto la mano e gli ha detto: «Complimenti, siete stati più bravi di noi» . «E’ stata una partita molto equilibrata, ci sono state quindici opportunità per noi, sedici per il Napoli. Se riusciremo a essere più bravi davanti alla porta, forse possiamo farcela» .
CORAGGIO - In quel “forse” c’è tutto il dilemma del tecnico del portoghese: non è uno sciocco, sa che la situazione gli sta sfuggendo di mano, al di là di quei continui richiami al contratto – «Ho la fiducia della proprietà» - che sembrano più che altro un modo per disincentivare tentativi di ammutinamento. Sa di potercela fare ma c’è quel terzo gol a fare la differenza: non gli basterà la semplice vittoria a Stamford Bridge. «Dopo la nostra rete, c’era la voglia del Napoli di rimettere in piedi il risultato, ma la situazione era equilibrata. Il terzo gol è nato come errore individuale e questo non deve accadere. Abbiamo fatto il lavoro che dovevamo come squadra, mi ritengo fiducioso per il ritorno: il Napoli esprime un gioco molto aperto, con le opportunità che abbiamo avuto possiamo invertire il risultato» .
FONTE: CORRIERE DELLO SPORT
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©