Sport / Calcio

Commenta Stampa

IN CERCA DI RINFORZI

CdS: "Miranda-Medel, l'asse del Napoli"


CdS: 'Miranda-Medel, l'asse del Napoli'
18/06/2012, 10:06

Il più grande spettacolo (estivo) dopo il week-end riparte puntualmente all'alba: e saranno nuovi giorni, egualmente roventi, e notti fasciate dalle luci dei fuochi pirotecnici che ormai s'avvertono, animate da un viavai di gente e d'emozioni. Si ricomincia e sarà un viaggio virtuale intorno al mondo: una puntata a Parigi e un'altra in Brasile, una in Cile e poi rientro di corsa in direzione Lione, affiancando - nell'immaginario collettivo - il Pocho a Miranda, Medel a Cissokho; e poi aspettando che qualcosa accada.
L'ATTACCO - Il mercato è un tourbillon di voci ma anche di idee, il primo passo verso il contatto, il prologo per i contratti: la fase esplorativa è prolungata e richiederà ulteriore pazienza, però Joao Miranda de Souza Filho (28) - semplicemente Miranda - farà bene a sturare le orecchie per avvertire il rumore degli amici. Il Napoli s'è informato, ha verificato l'esistenza dei margini d'intervento, ha persino avuto percezione d'essere al cospetto d'un osso duro come l'Atletico Madrid, però ci crede e spera di poter condurre alla ragione gli spagnoli: i dieci milioni di euro rappresentati come la soglia per introdurre il discorso sul difensore brasiliano, visti i tempi, rappresentano un'enormità e a chi ha avuto la capacità di afferrare al volo e a costo zero, appena un anno fa, un calciatore di così elevate garanzie, si può sempre prospettare comunque un (buon) affare. La corsa al ribasso è partita e sarà un assalto ragionato ma comunque in piena regola, perché in Miranda il Napoli ha ritrovato le caratteristiche ideali per addobbare adeguatamente una difesa per cinque-sesti già definita.
FONTE: ANTONIO GIORDANO PER IL “CORRIERE DELLO SPORT”
PdM

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©