Sport / Calcio

Commenta Stampa

QUANTI OBIETTIVI!

CdS: Napoli, ecco la "lista della spesa" di Bigon


.

CdS: Napoli, ecco la 'lista della spesa' di Bigon
20/04/2012, 12:04

Il giro del mondo in chissà quanti giorni: dalla Francia al Ghana, dalla Germania per tornare in Italia e poi ripartire spediti verso l’Argentina, per accorgersi che le affinità elettive inducono a crederci ancora. E’ lì la testa, qualunque cosa serva: attaccanti, centrocampisti o difensori, meglio andare a scovarli in Sud America, in quella fetta di terra che sembra una enclave partenopea. Buenos Aires, stadio la Bombonera, uno spaccato della storia azzurra vissuto di riflesso: ora lì ci gioca Facundo Roncaglia (24), centrale di destra, contratto in scadenza e corteggiatori che abbondano, però alle spalle del Napoli, infilato in cima ai propri desideri dopo aver scoperto che... Le idee non mancano e il mercato, allo stato attuale, è un concentrato di ipotesi da verificare, lasciandole lì sulla scrivania: ma intanto, bisogna pur cominciare a lanciar la rete, per poi ripassare a giugno. Un difensore - e forse due - un centrocampista (almeno), un esterno mancino e poi presumibilmente un attaccante: la lista della spesa che giace nel taccuino di Riccardo Bigon contiene indicazioni per l’uso, poi si vedrà.
CHIVU & COMPANY - In principio è stato Cristian Chivu (32) il soggetto del desiderio, la spruzzata d’esperienza d’un regista difensivo alla quale il Napoli vuole ricorrere: la tentazione resta viva, sospesa nell’aria, però prima di sviluppare quest’ipotesi e trasformarla in trattativa autentica, sarà giusto capire cosa intenda fare l’Inter. Il rispetto, innanzitutto: Aurelio De laurentiis e Massimo Moratti hanno rapporti improntati alla cordialità ed alla simpatia assoluta e il Napoli non intende rappresentare elemento di disturbo d’una vicenda non ancora definita. Chivu piace (eccome) da almeno un anno, costituisce un rinforzo da catalogare tra i top player, ma sino a quando non sarò chiarissima la sua vicenda in nerazzurro, resterà una prospettiva intrigante. Il rumeno sa di avere estimatori al San Paolo e la stima è nota pure al suo procuratore Becali (e mica è poco, a pensarci bene): ma per sedersi ad un tavolino, saranno necessarie le condizioni.
TERRA FERTILE - La new entry è comunque Facundo Roncaglia, spiato di recente dagli osservatori azzurri, un tipetto niente male ch’è piaciuto, che va ricontrollato e che comunque rappresenta un investimento opportuno, essendo svincolato. A destra c’è abbondanza - Campagnaro, Fernandez sul quale il Napoli crede, poi Grava - ma là dietro la fisicità non è mai troppa e gli impegni ad oltranza (vada come vada, l’anno prossimo ci saranno comunque tre fronti sui quali industriarsi) inducono alla meditazione. In Sud America, e però in Perù, all’Universitario di Lima gioca Edison Flores Peralta (18 anni), attaccante per il quale sarebbe già stata presentata un’offerta per un milione di euro.
VECCHIO CONTINENTE - In ordine sparso, ma non casuale, diciamo cronologico: il centrocampista francese Geoffrey Kondogbia (19) del Lens è stato sufficientemente apprezzato e rimane nel block-notes; se Jefferson Farfan (28) peruviano dello Schalke 04, attaccante di spessore internazionale, non eleva le sue pretese ai massimi livelli, può diventare una soluzione per arricchire l’organico; Pablo Armero (26) è tra i preferiti per andare ad irrobustire la corsia di sinistra ed offrire al tecnico alternative sulle fasce. Ma il tour continua e le relazioni sono sempre gradite: Bigon ha mosso le pedine a disposizione, Mantovani, Micheli e Zunino sono con le valigie in mano; e il diesse nonsi sottrae alla selezione dei talenti, privilegiando pure qualche capatina sul territorio, a studiare ad esempio Lorenzo Insigne (21) ch’è già dei suoi e per il quale vanno definiti i margini di miglioramento immediati. Prossime tappe in Francia, in Ghana, ovviamente in Argentina. Il giro del mondo prosegue.
FONTE: CORRIERE DELLO SPORT
PdM

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©