Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

GORAN RIPOSA?

CdS: "Napoli, Pandev fa posto a Lavezzi"?


.

CdS: 'Napoli, Pandev fa posto a Lavezzi'?
19/01/2012, 11:01

Prove tecniche di formazione: però, che non si sappia in giro; che non si veda. Castelvolturno è un bunker e al mercoledì, stavolta, consumata la giornata di riposo, si pensa già (tecnicamente) al Siena. alle mosse e alle contromosse.
LAVEZZI C'E'- S'inizia e il sorriso a trentadue denti del Pocho, la sua allegria, il suo senso dell'umorismo inducono alla speranza: Lavezzi c'è e si sente e in questo viaggio d'avvicinamento verso il «Franchi», la sua presenza diventa la variabile impazzita. Gioca o non gioca? Titolare o dalla panchina? Il tormentone della settimana nasce in fretta, sulla simpatia contagiosa del Pocho che corre, scatta e nella partitella dimostra a se stesso di non avere alcuna preoccupazione. Il Napoli con Lavezzi è un Napoli senza Pandev o senza Hamsik o senza Cavani, difficilmente senza un mediano, per far scalare lo slovacco nel mezzo del campo: e allora, come andrà a finire? I dubbi son fatti per vivere una settimana intera e quando il fischio d'inizio è ancora lontano, ogni ipotesi è quella buona: l'unica certezza è nella presenza di Lavezzi nell'elenco dei convocati e il resto è demandato alle sensazioni raccolte da Mazzarri dalle sedute d'allenamento.
PANDEV RIPOSA?- Ieri, breve chiacchierata tra il tecnico e Pandev e la supposizione, considerati i precedenti e anche il carico di partite sopportate dal macedone (a Palermo, con il Cesena, infine con il Bologna), lascia prevedere una staffetta là davanti. E' una sfida all'ultimo dribbling tra i quattro tenori e poi c'è dell'altro, c'è un lavoro sottile sulla fase difensiva, ma anche sul centrocampo; ci sono indicazioni che restano socchiuse nel block-notes di Mazzarri ma anche una vaga possibilità di turn-over, avendo una sequela di partite all'orizzonte: il Siena per cominciare, l'Inter o il Genoa per continuare in Coppa Italia nel match che varrà la semifinale, e a seguire il Genoa. Tre partite in otto giorni: ce n'è per chiunque dimostri di esserci. E ora pure Lavezzi c'è.
FONTE: CORRIERE DELLO SPORT
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©