Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

BISOGNA CREDERCI

CdS: "Napoli, puoi sculacciare il Chelsea"


CdS: 'Napoli, puoi sculacciare il Chelsea'
15/02/2012, 11:02

La matematica è un’opinione, diffusa e condivisa: la frontiera che separa dall’Europa League dista due punti appena, si può fare; e la Champions, a un certo punto, irraggiungibile, s’è avvicinata: otto punti, si può fantasticare. Meno sei, la colonna sonora dell’esistenza sta per partire, la spareranno a palla: e mentre intorno l’emozione collegherà sessantamila cuori in quella capanna, perché negarsi il piacere di credere che sia possibile sculacciare il Chelsea? E infine: cos’è mai un gol, quel gol che separa dalla finale di Coppa Italia? Benevenuti a Napoli, il microcosmo dei sogni possibili, una favola costruita in otto anni e plasmata con ostinazione nell’ultimo biennio: «Noi vogliamo sempre il massimo e i conti si fanno alla fine». Il karma di San Vincenzo, applicato al San Paolo, è la pura legge di Walter Mazzarri del crederci, obbedir a se stessi e poi combattere a oltranza, incurante del venticello ostile della crisetta e fedele alla teoria dell’avanti tutta e però con giudizio, aspettando la Fiorentina e poi il Chelsea, l’Inter e poi, quando sarà il Siena, per tenere due piedi in tre scarponi grossi come quel terzo posto non più irragionevole, come quella Champions da perdere la testa, come quella finale di Coppa Italia da afferrare disperatamente: «La mia filosofia non cambia: noi giochiamo sempre per ottenere il massimo, vogliamo vincere sempre e poi a fine stagione si vede di ciò che siamo stati capaci».
TENDENZA POCHO - Al di là del Chievo, ormai ben oltre le tenebre d’una notte poi rassicurante e però prima un po’ inquietante, c’è già dell’altro: c’è la «vìola», ci sono i «blues», c’è «la beneamata», ma c’è innanzitutto il nuovo Napoli, rinforzato nello spirito dai tre punti, rinsaldato nell’umore da Mazzarri, e rilanciato con il cinguettio del giorno di Ezequiel Lavezzi che niente dice e tanto allude: «Siamo tornati alla vittoria e ciò ci dà fiducia…Avanti così». Avanti c’è posto, e fa niente se c’è pure ressa: ma il Napoli che esce dal monday night, ha l’espressione goliardica di chi s’è messo in testa tre idee meravigliose e, zitto zitto, tenta di realizzarle.
FONTE: ANTONIO GIORDANO PER IL “CORRIERE DELLO SPORT”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©