Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LO "ZOCCOLO DURO"

CdS: "Napoli-Cesena, in 30 mila al San Paolo"


CdS: 'Napoli-Cesena, in 30 mila al San Paolo'
31/01/2012, 11:01

Nonostante la sconfitta di Genoa e l’amarezza per quell’intervento di Frey su Dzemaili nei minuti di recupero che ha impedito una clamorosa rimonta, i tifosi del Napoli sono pronti ad incoraggiare i propri beniamini domani sera con il Cesena ed ancora di più domenica sera al Meazza contro il Milan.
Per la gara infrasettimanale con i romagnoli, che tanto fecero soffrire gli azzurri in Coppa Italia, si prevedono altri trentamila spettatori circa. Si tratta dello zoccolo duro del tifo partenopeo che non si deprime per un passo falso di Lavezzi e soci nè si scoraggia al cospetto di temperature che si mantengono ancora rigide. Sperano nel ritorno alla vittoria tra le mura amiche anche in campionato dopo il successo in Coppa Italia ottenuto a spese dell’Inter.
Ma un’altra presenza massiccia di tifosi partenopei è prevista per domenica sera a Milano allorché la formazione di Mazzarri si misurerà con il Milan. Già ieri è scattata la corsa alla prenotazione di un posto in aereo per Linate mentre da domani comincerà la caccia al biglietto per il settore ospiti del «Meazza» per coloro che partiranno dalla Campania e sono muniti di tessera del tifoso mentre per i residenti in Lombardia non ci saranno limitazioni di settore.
Domenica faranno gli onori di casa i soci del Club Napoli Milano 2006, presenti anche a Genoa nonché promotori di un’apprezzabile coreografia a Novara. Gli iscritti al club si ritroveranno domani sera nel solito pub al centro di Milano per seguire su maxischermo la partita con il Cesena e contestualmente organizzarsi per andare al «Meazza» domenica. Si prevedono oltre cinquemila napoletani a San Siro, sperando di poter celebrare il bis dopo aver sfatato il tabù con l’Inter nel girone d’andata nello stesso stadio (il Napoli superò i neroazzurri per tre a zero).
FONTE: CORRIERE DELLO SPORT

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©