Sport / Calcio

Commenta Stampa

Cecere:"Napoli in soggezione con il Milan"


Cecere:'Napoli in soggezione con il Milan'
01/03/2011, 18:03

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Nicola Cecere, giornalista della Gazzetta dello Sport.
“La delusione del 3-0 al Meazza riguarda soprattutto il secondo tempo. Nella prima parte del match invece si è giocato alla pari ed entrambe le squadre erano al di sotto delle loro potenzialità. Il Napoli è competitivo in undici, dodici elementi e questo è il limite degli azzurri. Se poi perdi Lavezzi, perdi una fonte importante. Il Napoli ha giocato una partita in soggezione e lo dimostra anche il salto che fa Aronica, da cui poi scaturisce il rigore, che sembra quello di un pallavolista che fa il muro; non c’era la necessità di buttarsi in quel modo. Cavani non ha ricevuto l’assistenza necessaria, ma è mancata anche la reazione in alcuni giocatori e mi riferisco soprattutto ad Hamsik e Maggio. Mascara manca della caratteristica di leader, gioca un calcio troppo accademico. Il Napoli si poggia sulla capacità di ribaltare il fronte, il Milan non glielo ha permesso, e in quelle poche volte c’era il guardialinee che chiamava il fuorigioco.
Poi devo dire che il rigore ha consentito al Milan di giocare perché quel penalty ha rotto gli equilibri azzurri e da quel momento il Napoli si è sbilanciato. Ma su questo rigore si può discutere di qui fino all’eternità.
Il campionato però resta aperto, ma l’importante è che il Napoli cerchi di fare sue quante più partite possibili”

Commenta Stampa
di Pensiero Azzurro
Riproduzione riservata ©