Sport / Vari

Commenta Stampa

Saggio di fine anno al teatro Acacia

Centro "Etoile", quando la danza è poesia

Le iscrizioni sono aperte

Centro 'Etoile', quando la danza è poesia
04/06/2012, 14:06

A guardare le ballerine della Scuola di Danza “Etoile” di Napoli, vengono in mente le parole di Mata Hari quando definiva “la danza una poesia in cui ogni parola è un movimento”. E di poesia, il saggio di fine anno accademico 2011-2012 del prestigioso Centro di danza, ne fa ampiamente sfoggio. La Scuola di Danza “Etoile” è stata fondata nel 1985 ed è diretta da Cettina Vallone, solista del teatro di San Carlo di Napoli, vincitrice assoluta del concorso nazionale Tersicore d'Oro di Montecatini nel 1974 e del concorso internazionale Capodieci di Siracusa nel 1979. L’Accademia ha avuto come maestri ospiti nomi illustri di fama internazionale come Konstantin Damianov, Fausta Mazzucchelli, Margherita Trayanova, Robert Strajner, Melania Molfesi, Victor Litvinov e Sonia Molfesi. Il corpo insegnanti è formato da professionisti altamente qualificati e numerosi sono gli allievi che si sono inseriti con successo nel mondo dello spettacolo. Oltre alla direttrice, Cettina Vallone, insegnano nell’Accademia “Etoile”: Cristina Spisso, insegnante di classico, che si è diplomata alla scuola del maestro Arnaldo Angelini ed attualmente è solista al Teatro San Carlo. Stefania Vallone, insegnante di classico e moderno, nonché coreografa di musical e balletto. Ha studiato danza classica alla scuola del Teatro San Carlo e si è diplomata con il maestro Tony Ferrante, che è stato per oltre dieci anni direttore della scuola del massimo partenopeo. Sabrina Sadile, insegnante di moderno, ha studiato anche lei alla scuola del San Carlo di Napoli e si è diplomata nel Centro “Etoile” per poi perfezionarsi in moderno all’Istituto di Addestramento dei Lavoratori dello Spettacolo (IALS) che si trova a Roma. Il poliedrico Ettore Squillace, maestro di moderno e Tip Tap, oltre che cantante e coreografo di successo. Ha studiato nella scuola di Renato Greco a Roma, perfezionandosi poi in Italia ed all’estero. Ha lavorato in molti spettacoli televisivi ed è attualmente coreografo protagonista di numerosi spettacoli teatrali. Pamela Pinto, insegnante di contemporaneo, ha studiato alla scuola del Teatro San Carlo diplomandosi all’Accademia dello Spettacolo di Cardano e Vincenti. È vincitrice di diversi concorsi internazionali nelle città di Roma, Rieti, Perugia e Venezia. Infine Barbara Rubino, insegnante di moderno, che si è diplomata e continua a perfezionarsi nel Centro Danza “Etoile” ed Alessia Canestrelli, assistente maitre de ballet, diplomata e perfezionata anch’essa al Centro “Etoile”.
La prima parte del saggio di fine anno, che si è tenuto al teatro Acacia di Napoli, ha visto sul palco i corsi inferiori nell’esecuzione del “Concerto n°1 di Ciaikovski”, la “Danza delle ore”, “Il Mattino”, il “Mezzogiorno”, “La notte” ed il “Ritmato” dal balletto pantomimico “Coppelia”. Per il Contemporaneo, si sono esibite dapprima le allieve del IV Corso con “The Flight”. Per l’Hip Hop, si sono esibite le ballerine del II e III Corso con “Round round” e le coreografie di Sabrina Sadile. Infine, “I Fink U Freeky”, interpretato dalle allieve del IV Corso.
A chiudere la prima parte dello spettacolo il musical dal titolo “Come d’incanto.. cenerentola” con le coreografie di Stefania Vallone e protagonisti, nel ruolo di Cenerentola, Barbara Rubino e, nel ruolo del principe, Claudio Arcione. Le sorellastre di Cenerentola erano interpretate da Emanuela del Vecchio e Alessia Canestrelli, la Fata Smemorina da Martina De Luca mentre gli uccellini erano interpretati dai piccolissimi del corso predanza, le fatine dalle allieve del II Corso, i topini dal III Corso e le Damine dalle alunne del IV Corso.
Nella seconda e terza parte si sono esibiti, invece, gli allievi dei Corsi Superiori a ritmo di “Passi a due”, “Variazioni” e “Gran Pas de Deux” tratte dal balletto “Raymonda”. A seguire, le alunne del VII Corso hanno eseguito “Valzer”, “Danza delle Bambole”, e “Pas de troi” tratto da “The Fairy Doll”. Gran finale con “Valzer dei fiori”, “Danza del piffero” e “Gran psa de deux”, tratto dallo “Schiaccianoci”, e, infine, le esecuzioni di “Danza delle vignaiole”, “Danza delle contadine”, “Amiche di Giselle” e “Gran pas de deux” tratte dal balletto di metà Ottocento “Giselle”.
Dulcis in fundo, il musical dal titolo “Dracula, l’amorepiù forte della notte” con le coreografie di Stefania Vallone ed interpreti tutti gli allievi dei corsi superiori, i ballerini ospiti e le allieve diplomate. Eseguiti i balletti “In Transilvania”, “L’ultima danza”, “L’amore più forte della morte”, “Dominare il mondo”, “L’amore ed il suo contrario”, “Ancora”, “1,2,3”, “Lei è la mia anima”, “Dracula e Mina” e, infine, “I nostri sogni”.
Terza parte con i passi a due di Modern Jazz e le esecuzioni di “Evita” di Madonna, “Quando nasce un amore” di Anna Oxa, e “Mi manchi” di Andrea Bocelli. Per il Contemporaneo l’esecuzione di “Tra sogno e pazzia” e, per il passo a due di Modern Jazz, “Sei la mia vita” e, per il Moderno, “Freddy”.
Le iscrizioni per l’anno accademico 2012-2013 sono aperte e si accettano nella segreteria del Centro “Etoile”, che si trova in via Imbriani al numero civico 94/E, a partire dal 5 giugno tutti i giorni esclusi i festivi ed i prefestivi, dalle ore 16 alle ore 18. I corsi riprenderanno il 10 settembre e, per i nuovi iscritti, la direzione offrirà un mese di prova gratuito.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©