Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Il giornalista del Corriere dello Sport ai nostri microfoni

Cesarano: "Lo straordinario può diventare ordinario"


Cesarano: 'Lo straordinario può diventare ordinario'
25/11/2009, 11:11

NAPOLI -  Può far diventare normale battere la Juve. E' questa l'idea di Rino Cesarano, giornalista del Corriere dello Sport, che nel Napoli vede tutte le potenzialità per diventare una grande.

Mazzarri ha detto che non bisogna far diventare lo straordinario ordinario, ma questo Napoli può ambire a fare diventare normale battere la Juve o è un sogno lontano?

"Il Napoli deve puntare a far diventare lo straordiario ordinario. Perchè se sono stati capaci di fare certe prestazioni, non vedo perchè non le possano ripetere. E' un problema di testa e di gambe, oltre che di perfezione di alcuni meccanismi. Il Napoli può arrivare a questo risultato, ha tutte le potenzialità per farlo".

Due aspetti da sottlinerare sulla partita con la Lazio: la difesa non prende gol, ma dall'altra parte gli attaccanti non segnano...

 "Mazzarri fa bene ad essere così teso anche con la stampa, a tenere tutti sulla corda e a risentirsi per alcuni giudizi, ma io parlo di fase offensiva e non di due singoli giocatori (sarebbe improprio gettare la croce su Lavezzi e Quaglairella). Credo che la fase offensiva vada curata, perfezionata e bisogna individuare la formula giusta da utilizzare quando gli avversari chiudono tutti gli spazi. Credo che il Napoli abbia le armi e le caratteristiche per far si che saltino certi dispositivi come quelli della Lazio. Sulla difesa, andrei oltre la partita con la Lazio, a Parma avremo il primo banco di prova super-indicativo per quanto riguarda la fase difensiva e vedremo se questa retroguarda riuscirà a reggere determinati urti. Il Parma deve fare gioco e vedremo cosa proporrà il Napoli. C'è bisogno delle stesse ripartenze mostrate a Firenze e a Torino con la Juventus"

Daresti spazio all'arma Denis, o si deve andare sul mercato?

"Io al tridente ci credo. Anche con Hamsik. Per me non è una bestemmia tattica lavorandoci vicino e attrezzando meglio il centrocampo, anche eslcudendo qualche esterno. Denis è in una forma splendida. Contesto chi dice che Lavezzi gioca con la testa a terra, perchè se Lavezzi è corteggiato da grandi club significa che ha dellee qualità. Per me è un giocatore fondamentale, l'importante è sottolineare che è un giovane che ha delle potenzialità mostruose. Può maturare e diventare cinico sotto porta. Può giocare meno con la testa a terra e finalizzare di più. Ha trovato l'allenatore giusto. Per quano cocnerne Quagliarella, non concordo con chi dice che tatticamente non è adatto, se si è adattato Bellucci si adatterà Quagliarella
".

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©