Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Cesare Maldini: "Lavezzi out? Bene per il Milan"


Cesare Maldini: 'Lavezzi out? Bene per il Milan'
15/02/2011, 12:02

 Ecco l’intervista rilasciata da Cesare Maldini, ex ct della Nazionale, al Corriere del Mezzogiorno, in cui si discute del “caso Lavezzi”:
Maldini, d’accordo sulla squalifica inflitta a Lavezzi?
«Esistono le leggi e vanno applicate. Non c’è stato nulla di diverso dalle altre volte, la punizione è stabilita dal regolamento rispetto ad una scorrettezza così grave».
 Lo sputo è paragonato ad un atto di violenza.
«Lo considererei una grave scorrettezza. Brutto gesto, deplorevole. Ma una scorrettezza che, peraltro, si è verificata tante volte nel mondo del calcio».
 Nel senso che il calcio invita a certi atteggiamenti?
«No, assolutamente. Nel senso che è accaduto già tante volte in passato che in campo qualcuno si sia lasciato andare ad un gesto del genere. Gente che sputa, poi, la si vede ovunque. Per strada, così come in altri contesti. Non si dovrebbe, ma succede».
 Calciatori, categoria privilegiata e anche superpagata. Professionisti, insomma.
«Certo che è così, ma un calciatore non può essere giudicato se si lascia prendere dall’istinto. In campo si vivono momenti molto particolari, diciamo che può accadere di perdere la testa. Chi ha giocato lo sa, chi non ha giocato non lo sa».
 A lei o a suo figlio è mai capitato?
«No, sinceramente no».
 Questione anche di carattere del calciatore?
«Diciamo dell’uomo. Sì il carattere c’entra, ma ripeto in campo può succedere ed esistono le giuste punizioni».
 Era successo a Totti, a Mihajlovic, a Zago. Ma lo sputo è una cosa che macchia il curriculum di un campione?
«Non credo, almeno finora non è stato così. Si fa un gran parlare, i riflettori sono puntati. Ma poi scontata la pena, nel giro di un mese viene dimenticato l’episodio».
 Giusto così?
«Sì. Perché una volta che viene espiata la pena non ha senso continuare a ricordare un episodio, sì spiacevole ma che può capitare».
 Napoli senza Lavezzi contro il suo Milan.
«Beh, da tifoso rossonero mi venga concesso: meno male. Se fosse confermata la squalifica, il Napoli perderebbe uno dei suoi protagonisti e il Milan potrebbe beneficiarne».

Commenta Stampa
di Pietroalessio di Majo
Riproduzione riservata ©

Correlati