Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

QUESTIONE QUAGLIARELLA

"Chi è andato via cercava spazio"


'Chi è andato via cercava spazio'
02/09/2010, 14:09

Vuole chiarire subito la questione Quagliarella Walter Mazzarri durante la sua conferenza stampa. "Con Fabio ho avuto un ottimo rapporto personale. Lui è stato coccolato da tutta la società. Quando sono arrivato non era in condizioni ottimali e se ha raggiunto il massimo ed è tornato in nazionale è anche merito mio e del mio staff. Mai ho messo in discussione le doti di Quagliarella. Io ho chiesto alla società di prendere Cavani e ho chiesto ai giocatori di accettare il fatto che alcuni dei titolari dello scorso adesso avrebbero dovuto giocarsi il posto. Tutti dovevano accettare il turn over e capire che con due competizioni le cose sarebbero state diverse. In questa squadra poi vige la regola che chi non accetta determinate situazioni può andare via. Io ho chiesto alla società di confermare tutti quelli dello scorso anno, chi è andato via è perchè ha chiesto di andare via. Lui ha sempre giocatori titolare. Quelli che non rientravano nel mio progetto sono stai messi fuori rosa dalla società. Anche nella nuova stagione lui era partito titolare. Io non caccio nessuno, lo avrei voluto tenere per dare ancora più motivazione e voglia di lottare a tutti. Io ho sempre fatto giocare chi stava meglio e sono sempre stato chiaro con tutti. Quagliarella era un giocatore personalmente molto gradito sotto il profilo tecnico.Quando la Sampdoria lo perse alle buste con l'Udinese, io mi arrabbiai molto con la società. Non potevamo certo costringerlo a restare, tenere a Napoli un giocatore scontento. Io voglio sologiocatori motivati e pronti a dare tutto. Stesso discorso vale per Cigarini. Siamo tutti contenti che sia tornato in nazionale, ma lui non era nella condizione di dare il massimo con questa maglia, gli è capitata una occasione importante e ha deciso di prenderla al volo. Idem per Rinaudo. E' venuto da me e ha detto che voleva andare via per trovare quella continuità che qua non aveva. Certe cose andvano dette quando si indossava ancora la maglia azzurra, non quando ormai si è andati via. Per il bene di questa squadra ci sono delle regole che vanno accettate e rispettate."
dall'inviato Massimo La Porta

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©