Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

AMARA SCONFITTA

Chi è causa del suo mal...


Chi è causa del suo mal...
05/11/2010, 09:11

Ci sono tanti modi per poter perdere una partita. Soprattutto se davanti ai tuoi occhi c'è il Liverpool e l'Anfield Road. In Italia ne conosciamo fin troppi. Chiedere ai milanisti se si hanno dubbi. Eppure, in assoluto il peggiore, è il regalare la vittoria agli avversari. C'è chi la chiamerà inesperienza, chi ingenuità. A Napoli si darebbe un commento più colorito ad una sconfitta simile. Eppure, si può mostrare personalità e spirito da grande club anche dopo aver concesso al Liverpool una vittoria comoda in una rimonta insperata. Al bando atteggiamenti arbitrali e affini. La sconfitta del Napoli è causa del Napoli stesso e dei suoi errori. E, chi è causa del suo mal, pianga se stesso. Pianga, dunque, Andrea Dossena, che davanti alla sua ex squadra e ai suoi ex tifosi poteva dare un motivo di rimpianto. E invece ha regalato il gol del pareggio e quello del tefinitivo game over. Pianga Salvatore Aronica, troppo intimorito dall'Anfield Road fin dai primi minuti di gioco. Se ne è accorto anche Mazzarri che ha urlato alla panchina: "Ma perchè si ca... sotto?" (In tv la frase è passata come: "Perchè Aronica ha paura?"). Pianga Mazzarri, che ha preferito lasciare in campo il suo difensore dalle gambe tremule, vedendolo poi commettere fallo da rigore. Ma, purtroppo, la verità resta pur sempre un'altra. A piangere sono i tifosi del Napoli. Perchè a Liverpool si può anche perdere, ma non così...

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©