Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA TATTICA

Chievo - Napoli, la partita alla lavagna


Chievo - Napoli, la partita alla lavagna
02/02/2011, 20:02

Napoli a Verona senza Lavezzi per cercare di battere il Chievo e avvicinarsi alla capolista Milan fermata sullo 0-0 dalla Lazio a San Siro.
Pioli, mette i suoi in campo con il 4-3-1-2, che in fase difensiva diventa 4-5-1, modulo che spesso ha creato problemi alla difesa a tre degli azzurri. I clivensi giocano molto sulle ripartenze e sulle verticalizzazioni sul loro miglior attaccante, Sergio Pellissier. I veronesi infatti sono una squadra ostica, che fa molta densità a centrocampo e che chiude tutti gli spazi agli avversari per poi ripartire in contropiede con i suoi attaccanti molto veloci. Il Napoli dovrà stare molto attento ai movimenti tra le linee del trequartista veronese, molto probabilmente l'ex Bogliacino, capace di servire le punte in profondità e di un buon tiro dalla distanza. In fase di copertura quindi sarà molto importante l'aiuto di Gargano e Pazienza che dovranno chiudere tutti i varchi ai centrocampisti di Pioli.
In fase attiva invece, l'assenza di Lavezzi renderà la squadra azzurra meno imprevedibile, ma non per questo meno pericolosa. Il ballottaggio Sosa - Zuniga dovrebbe essere vinto dal colombiano, che spesso ha sostituito il Pocho, giocatore in grado di saltare l'uomo e arrivare sino a fondo campo per mettere invintanti palloni in mezzo. Zuniga, dotato di una maggiore corsa rispetto a Sosa, potrebbe garantire anche un migliore lavoro di copertura. Importanti come al solito saranno gli inserimenti degli esterni e il lavoro di Hamsik che con i suoi ripiegamenti in fase passiva dovrà garantire la superiorità numerica a centrocampo per gli azzurri.

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©