Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA TATTICA

Chievo - Napoli, la partita alla lavagna


Chievo - Napoli, la partita alla lavagna
21/09/2011, 14:09

Turno infrasettimanale non facile per il Napoli, si va a Verona contro il Chievo, bestia nera dell'allenatore toscano da quando siede sulla panchina azzurra. Si prospetta un piccolo turn over per i partenopei dopo la bella vittoria contro il Milan di domenica sera: Fernandez, Zuniga, Dzemaili e Pandev potrebbero giocare dal primo minuto viste le mancate convocazioni di Dossena, Campagnaro e Lavezzi e il probabile turno di riposo per Cannavaro, Hamsik e Cavani.
Dubbi anche in casa Chievo, con il capitano Pellissier in forse dopo la botta rimediata a Parma.
Il tecnico dei veronesi, Mimmo Di Carlo, metterà i suoi in campo con un 4-3-1-2, con Cruzado dietro le due punte Paloschi e Thereau. Come già accaduto in passato, la difesa azzurra potrebbe soffrire la presenza di un giocatore che agisce tra le linee non dando punti di riferimento. Toccherà quindi ai due mediani dare una mano alla difesa per bloccare gli inserimenti del trequartista clivense ma anche dei centrocampisti dalle retrovie, su tutti Hetemaj e Bradley. Dietro massima attenzione sulle palle alte e soprattutto a Thereau, giocare molto alto e potente fisicamente.
In fase propositiva forse il Napoli perde qualcosa in velocità e fantasia vista l'assenza del Pocho, ma non certo in qualità visto l'utilizzo di giocatori tecnici come Mascara e Pandev. L'arma vincente degli azzurri però saranno ancora una volta le fasce con Zuniga e Maggio che con le loro accellerazioni potrebbero mettere in grandissima difficoltà la difesa veronese. In caso di panchina per Hamsik, toccherà a Santana cercare di spaccare la difesa avversaria inserendosi dalle retrovie.

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©