Sport / Calcio

Commenta Stampa

LE PAGELLE

Chievo-Napoli, Le Pagelle degli azzurri


Chievo-Napoli, Le Pagelle degli azzurri
02/05/2010, 18:05

DE SANCTIS voto 5: Una brutta giornata segnata da una girandola di uscite importanti e vuoti clamorosi. Per fortuna l’errore che consegna il pareggio al Chievo non sbarra la strada verso l’Europa. USCITA DI INSICUREZZA

GRAVA voto 5: Spaesato e spodestato dagli avversari, trascorre una
domenica nettamente distante dalla sua annata da leone. MICIO

CANNAVARO voto 6,5: L’unico della difesa fermo e sicuro sui propri passi, la sola pedina salda nella sua casella. SALDO AL COMANDO

CAMPAGNARO voto 5: Rischia tantissimo sin dai primi minuti provando in tutti i modi a favorire le ripartenze avversarie. Suo l’assist per la rete di Denis ma la sufficienza è lontana. MALDESTRO

ZUNIGA voto 5,5: Non trova mai passo e percorsi giusti da cavalcare. Non riesce ad inserirsi finendo per perdersi nelle trame difensive gialloblù. IMPIGLIATO

MAGGIO
voto 5: Poco più di un allenamento per ritrovare la forma dopo l’infortunio. Prestazione decisamente sotto tono, per il pendolino azzurro il viaggio direzione Verona è soltanto un rodaggio. RICOGNIZIONE

GARGANO
voto 5: Alla continua ricerca di una posizione che ormai sembra aver perso da un bel po’ di partite. L’asfissiante raccolta di palloni non ha lo stesso ritmo del solito, al contrario della generosa distribuzione automatica di passaggi sbagliati. FUORI SERVIZIO

IL PEGGIORE – HAMSIK voto 5: Non si sente, non si vede, non si tocca. Presenza abulica e apporto praticamente nullo nelle due fasi del gioco. FANTASMA

PAZIENZA voto 5: Infilzato continuamente da Pinzi, non riesce ad opporre resistenza e consistenza in mezzo al campo. Lontano dalla forma migliore. A PICCO

DENIS voto 6: Un bel goal dopo una lunga serie di occasioni sprecate sottoporta. La rete che permette di far esplodere un urlo troppe volte strozzato in gola. RIGURGITO

LAVEZZI voto 6: Un solo e determinante trillo in una partita giocata a toni bassissimi, praticamente muti. La paura dell’infortunio non sembra essere passata. SQUILLO

MAZZARRI voto 6: Conferma i suoi uomini chiave per risolvere l’ennesima finale. I soliti errori rischiano di riscrivere i soliti recenti finali ma la fortuna stavolta gira dalla sua parte.

Commenta Stampa
di Pensiero Azzurro
Riproduzione riservata ©