Sport / Vari

Commenta Stampa

Circolo Rari Nantes, Leo Club Napoli 1799 e Unicef insieme per lo sport e i bambini


Circolo Rari Nantes, Leo Club Napoli 1799 e Unicef insieme per lo sport e i bambini
05/05/2013, 17:10

Napoli e la Campania concorrono per il riscatto sociale grazie all’iniziativa ideata e realizzata da Mario Marsili, Consigliere allo Sport del Circolo Rari “Nantes” Napoli e dal Leo Club “Napoli 1799”, con il patrocinio del Comitato Regionale Unicef Campania, presieduto dalla dottoressa Dini Ciacci. L’importante progetto di solidarietà, nato dal sodalizio tra l’Unicef, il Circolo e il Leo Club “Napoli 1799”, presieduto da Ettore Nardi, ha come obiettivo aiutare trenta giovani e adolescenti, meno abbienti e di diverse etnie, donando loro iscrizioni annuali per corsi di nuoto,a titolo completamente gratuito, presso la piscina di via Monfalcone a Poggioreale. Sotto la costante guida dell’Unicef, il progetto, presentato in conferenza stampa il 31 gennaio, si è concretizzato nei giorni scorsi con la consegna delle tessere e l’avvio dei corsi di nuoto per i bambini meno fortunati di Poggioreale. Questo è solo il primo tassello di una più ampia iniziativa di integrazione sociale, che il Consigliere allo Sport, Mario Marsili, medaglia d’oro della pallanuoto campana, il Club Leo “Napoli 1799”, presieduto da Ettore Nardi e con l’aiuto del socio Lorenzo Colella, hanno deciso di avviare per i prossimi anni e che intendono rivolgere ad un’utenza multirazziale che vive in contesti disagiati, con scarse possibilità di crescita, in cui lo sport ha come obiettivo l’accrescimento sociale e culturale. A partire da settembre, infatti, il progetto sarà ampliato donando altre trenta iscrizioni annuali gratuite ai bambini del casertano per i corsi di nuoto che si terranno al centro polisportivo di Casal di Principe, gestito dalla famiglia Marsili.

<<Da sempre – spiega Mario Marsili - nostro padre Sante, campione del mondo e olimpionico di pallanuoto, ci ha trasmesso i valori dello sport:forza, lealtà e dedizione sono per me e per mio fratello Elios sono una costante ispirazione e aspirazione. E’ questo lo spirito che ci ha spinti, grazie alla guida della dottoressa Dini Ciacci, a formare una squadra vincente con il Leo Club “Napoli 1799” e l’Unicef>>

 <<Lo spirito leoistico - dichiara Ettore Nardi, presidente del Leo Club “Napoli 1799”- è da sempre sinonimo di solidarietà e si concretizza costantemente in azioni sui versanti dell’altruismo e del volontariato. E’ indispensabile essere esempi virtuosi per la comunità e metterci al servizio dei meno fortunati, promuovendo quel fattore di coesione sociale, indispensabile per combattere la attuale crisi non solo economica, ma morale, ideale e culturale, anche attraverso iniziative concrete come quella che stiamo portando avanti con Mario Marsili e col Circolo Rari Nantes>>

(c.s.) 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©