Sport / Motorsport

Commenta Stampa

CIV 2010 - A Monza Fabio Massei e la Yamaha Stelle del CIV Stock 600


CIV 2010 - A Monza Fabio Massei e la Yamaha Stelle del CIV Stock 600
03/05/2010, 18:05

Monza 3 maggio 2010 – In una giornata condizionata dalla pioggia la Yamaha ha ribadito la propria superiorità nel CIV (Campionato Italiano Velocità). Fabio Massei (Piellemoto Villasandra) ha fatto il bis nella Stock 600 under 25 prendendo il volo in classifica generale. Strepitoso il rientro di Luca Boscoscuro, campione in carica rilanciato dalla RCGM 2B: uscito fuori pista, ha risalito il gruppo giocandosi la vittoria in volata con Massei. Si conferma al vertice anche Berardino Lombardi (Martini Corse) al terzo podio di fila.
In una difficilissima Supersport, causa l’asfalto prima bagnato e poi asciutto, le squadre satellite Yamaha hanno retto l’urto. Ferruccio Lamborghini (Media Action Pro Race) ha acciuffato il terzo gradino del podio mentre Roberto Tamburini (Bike Service) ha sbagliato scelta di gomme arretrando in nona posizione. Ma i due ragazzi Yamaha (Lamborghini ha 18 anni, Tamburini 19) restano in piena corsa per il successo finale.

MASSEI MAGICO NELLA STOCK 600
Sulla pista di Vallelunga, a casa sua, aveva dominato e stavolta ha fatto centro giocando d’astuzia e abilità: Fabio Massei (Piellemoto Villasandra) è sempre più padrone della Stock 600. La gara era partita con asfalto umido in alcuni tratti, poi la pioggia ha complicato tutto provocando la scivolata di Lorenzo Zanetti (TNT Racing) autore di un avvio sprint e la fuga dell’ottimo Berardino Lombardi (Martini Corse), 19enne campano che sta destando un’ottima impressione anche nell’Europeo di categoria. Negli ultimi due giri però il tracciato si è asciugato sovvertendo di nuovo la classifica. Luca Boscoscuro (RCGM 2B) e Fabio Massei si sono avventati sul battistrada con un ritmo insostenibile, superandolo nel corso della concitatissima ultima tornata. Al passaggio finale in Parabolica Massei ha resistito all’attacco di Boscoscuro, risalito dalla quindicesima posizione, acciuffando la seconda vittoria consecutiva. La Yamaha, oltre a monopolizzare il podio, ha piazzato otto moto nella top ten con Roberto Fanelli (Gomme & Service) quinto, Federico Biaggi (Trasimeno) sesto, Daniele Moschini settimo, Federico Monti ottavo e William Marconi decimo.

FABIO MASSEI – “All’inizio la pista era in condizioni molto difficili e ho preferito aspettare. Poi nel finale ho preso confidenza risalendo posizioni e giocandomi la vittoria. Sono uscito dalla Ascari davanti a Boscoscuro, sapevo di essere in una posizione molto scomoda ma in Parabolica ho frenato più tardi che potevo ed è andata come volevo. Dedico questo secondo successo 2010 al team Piellemoto Villasandra che ha fatto anche stavolta un lavoro magnifico.”

ANDREA BOSCOSCURO – “Non salivo in moto dallo scorso ottobre e a Lesmo 2 mi sono insabbiato arretrando in quindicesima posizione ad una vita dai primi. Ma non potevo arrivare quindicesimo! Mi sono messo giù in carena, a testa bassa, e ho provato a fare il miracolo. Purtroppo nell’ultima curva Massei è stato bravissimo. Spero di avere altre opportunità come questa.”

BERARDINO LOMBARDI – “Sulla pioggia andavo molto bene, Zanetti mi faceva da riferimento e poi è caduto lasciandomi in testa con cinque secondi di margine. Là davanti da solo però ho perso il ritmo e quando sono arrivati da dietro era troppo tardi per replicare. Il terzo posto comunque non è male, mi rifaccio alla prossima.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©