Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Civ 600 Stk: il trionfo di Gegè Sabatino


Civ 600 Stk: il trionfo di Gegè Sabatino
03/06/2013, 21:30

Doveva essere riscatto ed è stato trionfo. Gegè Sabatino, rider impegnato nella classe 600 Stock del Civ, nella doppia sfida del Piero Taruffi, ha colto la seconda piazza in gara uno, ed una vittoria strepitosa nel secondo round. Affermazioni che fanno del napoletano come serio pretendente per la conquista del titolo di campione: “Appena – spiega Gegè 74 – sono arrivato a Vallelunga, è nata in me la convinzione che avrei fatto bene. E’ un tracciato che mi piace ed i test pre gara sono stati positivi. Il primo e l’ultimo tratto sono veloci, e ci sono una paio di ripartente dove è fondamentale affrontarli con la giusta marcia. Il mio segreto per andare forte sulla pista laziale è avere una velocità di percorrenza in curva molto alta. Nella sfida del sabato, non ho risentito delle bizze del meteo, e dopo due tornate mi sono trovato al comando. Purtroppo un mio errore mi ha retrocesso al terzo posto, posizione che ho mantenuto fino al traguardo. La squalifica di un avversario, poi, mi ha fatto conquistare i punti del secondo gradino del podio”. La competizione della domenica ha regalato a Sabatino il dolce ed inebriante sapore della vittoria: “Sono – dice – partito con un'unica intenzione, vincere! Ritornare sul gradino più alto è stata una emozione bellissima. E’ un punto di partenza per continuare a migliorarmi. Artefici del successo, oltre al mio polso, sono stati mio padre, il manager Riccardo Orizzonte, Daniele Facchini ed il tecnico delle sospensioni Gianluca Colatosti. Le loro parole, i loro gesti e le loro attenzioni trasmettono grandi motivazioni”. La carovana del Civ sarà il 15 giugno a Misano per un altro avvincete doppio round: “L’obiettivo – afferma Sabatino – è arrivare allenato e carico all’appuntamento di metà giugno. Farò l’impossibile per tagliare per primo il traguardo, anche se sarà molto difficile, visto l’altissimo livello degli avversari. A fine anno, mi piacerebbe far rimanere in Campania il titolo di campione italiano”. Chi vi scrive è il delegato provinciale della Fmi a Napoli. Sono particolarmente felice nel vedere un mio concittadino primeggiare nella massima competizione nazionale dedicata alla velocità. Conosco i sacrifici che Gegè e chi gli è attorno ogni giorno compiono per trasformare in realtà il grande sogno. La passione per le due ruote a Napoli pulsa forte, e Gegè ne è la dimostrazione.

Commenta Stampa
di Alfredo Di Costanzo
Riproduzione riservata ©