Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA ARONICA

"Col Palermo per vincere, Cavani straordinario"


'Col Palermo per vincere, Cavani straordinario'
04/12/2010, 13:12

Il difensore del Napoli Salvatore Aronica, ai mcrofoni di marte sport live, ha parlato della sfida di Europa League contro l'Utrecht, di quella di lunedì con il Palermo e dei suoi compagni di squadra Hamsik, Lavezzi e Cavani.
"Siamo l'unica italiana ancora in corsa in Europa League e ne siamo fieri. Questa squadra ha dimostrato che non mollare mai, che vuole provare a vincere tutto. Quando andammo a Bucarest sia noi che i tifosi non fummo trattati benissimo. Vogliamo vincere quando verranno qui al San Paolo, ma la testa adesso è solo alla sfida con il Palermo che vogliamo vincere. Sotto l'albero ai tifosi per ora speriamo di mettere il passaggio del turno in Europa per il resto il campionato è lungo, staremo a vedere."
In questo momento chi vive un momento magico è Cavani
"Edinson in questo momento è un valore aggiunto, non si ferma mai. Speriamo continui così sino alla fine del campionato. I miei amici palermitani mi dicevano sempre che Edinson non era capace di far gol. Adesso mi viene da dire e se era uno bravo a segnare quanti ne faceva? Forse manca qualche gol dei centrocampisti e dei difensori, ma l'importante è sempre ottenere il risultato, poi chi segna conta poco. E poi Edinson è straordinario, ne segna tre alla volta, quindi per ora non c'è problema"
Napoli - Palermo sarà anche la sfida tra Pastore e Hamsik
"Il Palermo è una squadra fortissima, bisogna stare attenti a Pastore ma non solo, i talenti in rosananero sono tanti. Io però mi tengo Hamsik che sta dimostrando di essere fortissimo e molto più maturo dell'età che ha."
Molti dicono che il Napoli è Lavezzi dipendente.
"Il Pocho in questo momento è al massimo della maturità. Lui in campo praticamente fa tutto: corre, tira, ogni tanto segna fa assist per i compagni. E' giocatore straordinario che può diventare il leader di questa squadra."
Da tempo si ripete che a questa squadra serve un altro difensore mancino.
"A questa squadra un mancino in difesa manca, io sono l'unico. Una squadra che lotta su tanti fronti deve avere una rosa lunga e adeguata. Poi non mi da certo fastidio se arriva una riserva di qualità per me, ogni tanto mi devo riposare."

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©