Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

VISTO DA JOSE'

"Col Parma sempre problemi. Il City ama il Pocho"


'Col Parma sempre problemi. Il City ama il Pocho'
14/10/2011, 16:10

Nuovo appuntamento con la rubrica del sito Pensieroazzurro.com "Visto da...Josè". In esclusiva per la nostra redazione, uno spazio interamente dedicato alle vicende sportive del Napoli viste da un grande ex azzurro: Josè Alberti.
Da agente Fifa e grande conoscitore del calcio internazionale, Alberti commenta per i tifosi azzurri la stagione agonistica del Napoli.

Quanto ha giovato la pausa di campionato al Napoli?
Credo molto, ma è tutto da vedere. Intanto Lavezzi ha avuto tempo per riprendersi dall'infortunio. Il problema riguarda sempre i giocatori che giocano delle gare in Sudamerica e sono chiamati a fare viaggi intercontinentali. Però, la buona notizia, è che il Pocho pare si sia ripreso bene.

A proposito. In settimana è venuta fuori la notizia di un interessamento reale del City sul giocatore. Lei ce lo aveva annunciato poche settimane fa...
Ma sono due anni che il City lo cerca. Lo sanno tutti. Lo scrivono anche i Tabloid inglesi. A loro piace un sacco. Non parliamo poi di quando lo hanno affrontato in Champions League. Se ne sono innamorati. D'altronde il Pocho ha fatto una gran partita contro il Manchester. E questo ha aumentato in loro la convinzione che sia l'uomo giusto.

Allora rischia di andare via?
Calma, Lavezzi ha pur sempre una clausola forte. Se il City presenta i soldi giusti, credo che il Napoli lo lascerà andare. Ma tutto sta a lui. In questo momento sta bene. Gioca in una delle prime squadre in Italia, è titolare e non ha problemi. A lui l'ultima parola. Ma il City si farà certamente sotto, soprattutto dopo la rottura con Tevez.

Veniamo al calcio giocato. Domani sera c'è il Parma...
Una squadra contro cui siamo stati spesso sfortunati e che ci ha dato problemi. Io credo e spero che sia una partita a senso unico. Però il Parma non ha nulla da perdere, e verrà a Napoli per giocarsela, perchè sanno che una sconfitta ci sta, quindi tanto meglio giocare a viso aperto e provarci. Non bisogna prenderla sotto gamba, però vediamo bene come stanno i nazionali. Il fuso orario pesa!

Valutare bene le condizioni fisiche. Anche perchè subito dopo c'è il Bayern Monaco. Una gara che evoca tanti ricordi.
Si, ma non paragonerei questo Napoli al Napoli che vinse la Coppa Uefa. Sono distanti anni luce, Quella era una squadra di primissima fascia, che oggi vincerebbe il campionato ad occhi chiusi. Nel tempo il calcio si è livellato al ribasso, e questo Napoli non potrebbe mai competere con quello.

Certo il Bayern è una corazzata. Come si supera una squadra così forte?
Partendo bene. Se il Napoli riesce a mettere pressione nei primi 15 minuti, può fare una gran partita. Sta tutto nel primo quarto d'ora. Se si riesce a penetrare la difesa, con la pressione che daranno i tantissimi tifosi allo stadio, ai bavaresi tremeranno le gambe...

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©