Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

BIGON

"Con il Chievo sarà dura, Bucchi una certezza"


'Con il Chievo sarà dura, Bucchi una certezza'
21/09/2010, 19:09

Il direttore sportivo del Napoli Riccardo Bigon, ai microfoni di Marte Sport Live, ha detto la sua sulla partita di domani sera contro il Chievo e commentato la partita di Genova.
"E' stata una bella iniziativa quella della riduzione dei prezzi e il successo della prevendita dimostra che la gente ha apprezzato e che la partita di Genova ha portato grande entusiasmo nei confronti della squadra. Sarà una partita complicata e la presenza di tanta gente ci sarà d'aiuto sicuramente."
Il Napoli visto a Genova è stato perfetto.
"La personalità della squadra e il predominio territoriale è stato unico, ho visto poche volte partite del genere. Forse andiamo meglio in trasferta perchè si aprono più spazi. Noi abbiamo sempre lo stesso atteggiamento propositivo, ma fuori l'avversario si apre di più e quindi facilita il nostro gioco. Poi fuori non si deve vincere per forza come in casa, anche un pareggio spesso può essere un risultato positivo."
Una squadra perfetta dopo una settimana di polemiche a causa delle brutte prestazioni con il Bari e l'Utrecht.
"E' stata una settimana difficile, si percepiva una criticità eccessiva che forse ha portato un pò di tensione. Il giorno dopo la partita con l'Utrecht, il mister ha tenuto una riunione con tutta la squadra ed è stato bravissimo a trasmettere ai giocatori la giusta calma e le giuste motivazioni. Il cammino è ancora molto lungo, ci saranno altri momenti difficili ma non ci si deve mai abbattare come non ci si deve esaltare dopo partite come quella di domenica."
E' tornato in squadra Christian Bucchi.
"Noi, io e Mazzarri, abbiamo guardato molto all'unione del gruppo e inserire a tempo a pieno uno come Bucchi piuttosto che uno esterno rappresentava una sicurezza. Lui è uno che ha sempre fatto gruppo, un vero professionista a cui era giusto concedere la possibilità di dare il suo contributo alla squadra."
Come procede invece l'inserimento dei nuovi?
"Si sono inseriti tutti bene, il clima è sereno e i ragazzi sono molto aperti. Dal punto di vista umano non ci sono problemi. Dal punto di vista tecnico forse manca ancora qualcosa visto il loro tardivo inserimento e il calendario intenso che non aiuta il lavoro del mister visto il poco tempo a disposizione. Noi abbiamo fatto un gran lavoro di mercato, sia in entrata che in uscita. Sono anni che mi scontro con le scetticismo, ma non me ne preoccupo. Nel sistema scouting siamo in tre a lavorare, gli altri in questo momento stanno seguendo gli europei under 17, più gli altri che lavorano al mio fianco tutti i giorni. Abbiamo lavorato tutti insieme e i risultati diranno chi ha ragione."
Revocato lo sciopero dei calcitori, per il Napoli domenica ci sarà la sfida delle 12:30 a Cesena: è preoccupato il direttore da questa partita in un orario particolare?
"L'unico problema potrebbe essere quello dell'alimentazione: dovremmo studiare un menù particolare. Stiamo anche pensando alla possibilità di fare una prova, una simulazione con i dottori e i preparatori atletici facendo mangiare i ragazzi in maniera particolare appena svegli."

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©

Correlati

13/04/2008, 22:04

CALCIO: LA 33/a GIORNATA