Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA MAZZARRI

"Con l'Udinese sarà dura, Cavani non si discute"


'Con l'Udinese sarà dura, Cavani non si discute'
25/10/2011, 13:10

Walter Mazzarri parla alla vigilia della sfida contro l'Udinese.
"Si può dire di tutto, ma questa squadra sta facendo grandi cose, su dieci partite tra campionato e coppa abbiamo perso solo due volte. Si continuano ad alzare le pretese e questo secondo me è un assurdo. Il calcio sta cambiando, basta vedere che equilibrio c'è in Italia ed in Spagna dove è primo il Levante. Forse siamo partiti troppo forti battendo Milan ed Inter, tutti sono arrivati a conclusioni affrettate. Contro il Cagliari meritavamo la vittoria, loro hanno preso due traverse ma noi abbiamo creato molte più occasioni. Adesso ci aspetta una partita difficilissima ed in questi giorni non ci siamo allenati, abbiamo fatto solo defaticante. Dovrò studiare la formazione e capire chi può giocare e chi no visto che ormai non posso più curare i dettagli. Quella che metterò in campo sarà la formazione che reputo migliore, quelli più in forma, quelli che possono fare il bene del Napoli. Per il centrocampo non sono preoccupato, non siamo in emergenza totale visto che Santana può tranquillamente fare il centrale."
Molti criticano Cavani e Lavezzi dopo la partita di Cagliari.
"Ho sostituito Lavezzi e non Cavani perchè Edinson ha lavorato per la squadra, ha pressato Conti e non mi sembrava così stanco. Lui sta lavorando bene ed a mio parere non è in discussione. Lavezzi è stato sostituito perchè secondo me in quel momento lui era meno utile di Edinson."
Tanti gli elogi per Fernandez ed Aronica.
"Ha sostituito il capitano alla grande, ha giocato con autorevolezza. Sta crescendo, con il Cagliari è stato uno dei migliori ed a fine partita gli ho fatto i complimenti. Aronica è in linea con quello che ha fatto vedere gli scorsi anni. Sta giocando molto bene aiutato anche da quelli che gli stanno vicino. Finchè il fisico gli regge.."
Gli infortunati come stanno?
"Britos sta molto meglio, si allena a parte ma fa progressi. Pandev è clinicamente recuperato, ma deve tornare ad allenarsi con il gruppo e riprendersi per poter dare il massimo. Di Marco Donadel non ho notizie, so che si sta curando fuori da Napoli. Io mi occupo solo dei giocatori disponibili, con i giocatori infortunati comanda lo staff medico, finchè non tornano controllano tutto loro. Peccato per Gargano, lui era uno di quelli che avrebbe dovuto riposare contro l'Udinese."
Con la capolista sarà dura.
"Guidolin è uno dei migliori allenatori italiani, lui sa sfruttare al massimo le caratteristiche dei suoi giocatori. Contro l'Udinese dovremmo giocare con equilibrio, non dobbiamo buttarci tutti in avanti perchè loro non aspettano altro che ripartire ed approfittare dei nostri errori. Daremo il massimo, i tifosi vedranno e capiranno che questa squadra si impegna sempre e sono certo che ci applaudirannno qualsiasi sia il risultato."
La Champions è un obiettivo oppure un peso?
"E' normale che la competizione europea ci tolga delle energie, alcuni di questi ragazzi spendono molto soprattutto dal punto di vista emotivo. Tanti di loro hanno esordito alla partita di Manchester, non sono dei giocatori esperti che sanno sempre dosare le forze fisiche ed emotive."

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©