Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Michele Sibilla a Settimana Azzurra

"Con Mazzarri ogni giocatore si sente partecipe"


.

'Con Mazzarri ogni giocatore si sente partecipe'
11/01/2010, 18:01

NAPOLI - “Il Napoli sembra non fermarsi più, ieri tanta grinta, gioco e ora terzo posto, 33 punti e dodici risultati utili consecutivi. La squadra entusiasma i tifosi, ma anche noi giornalisti”, ammette il giornalista Michele Sibilla nel corso di Settimana Azzurra.
L’unica nota dolente di ieri è stato l’infortunio a Lavezzi. Il Pocho questa mattina si è sottoposto ad una ecografia che ha confermato lo sto di 4-5 settimana a causa di una distrazione di primo grado. Una brutta tegola che però darà spazio a Denis. Notizia positiva, invece, è la presentazione di Dossena. Questa mattina a Castelvolturno il giocatore si è accomodato in sala stampa e si è raccontato a 360°.
Difficile vederlo in campo mercoledì dall'inizio– ammette Sibilla – il giocatore sta svolgendo un richiamo di preparazione e gli manca il ritmo gara. Lo ha confermato anche lui stesso nel corso della conferenza stampa. Si è allenato sempre prima di arrivare in riva al Golfo, ma le preparazioni sono diverse. Si sta impegnando molto con Pondrelli. E’ in forma, ma mercoledì è più complicato utilizzarlo. Importante, però, la sua grinta, la sua voglia di scendere in campo con la maglia del Napoli e il suo entusiasmo. E’ parso pronto a mettersi in gioco per la causa azzurra”.
Napoli inarrestabile, la mano di Mazzarri è evidente anche perché la difesa è da sette in pagella mentre prima soffriva molto. “Mister Mazzarri ha fatto un lavoro splendido – prosegue Sibilla – ha dato la grinta giusta e ha messo a punto anche movimenti di gioco. Lui è preciso ci tiene molto alla precisione e agli spostamenti in campo. Ogni giocatore si è sentito partecipe e inserito nella squadra. Questo è accaduto per la prima volta anche perché tutta la panchina risulta sempre determinante. Ha sempre detto che oltre i titolari c’è anche chi fa da riserva in una gara perché è ritenuto ugualmente importante e ha dimostrato con i fatti che questa è la realtà e non parole al vento”.


Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©