Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

"Napoli reagisci"

Conferenza stampa Benitez


.

Conferenza stampa Benitez
27/09/2013, 11:47

CASTELVOLTURNO - Segui la diretta in tempo reale su Julienews e JulieItalia, Telelibera e Orion Tv della conferenza stampa di Mister Rafa Benitez da Castelvolturno, alla vigilia di Genoa-Napoli.

13.21 - Termina la conferenza stampa. 

13.18 - Su Napoli da scudetto - "Guardando le partite delle altre squadre mi rendo conto che sono tutti team di grande livello. Non è possibile mettere a segno 5 gol ogni partita. Ieri ho visto Inter-Fiorentina, è stata difficile per entrambe". 

13.17 - Su Pandev vice Higuain - "La cosa più importante è la squadra e non il singolo; conosciamo le caratteristiche dei nostri giocatori". 

13.16 - Su infortunio Maggio - "Io guardo i calciatori in ogni allenamento. Tra Mesto e Zuniga sceglierò insieme ai medici. Entrambi sono adatti a sostituirlo".

13.15 - Sull'Arsenal - "Sarà nella testa di qualcuno, ma noi sappiamo che la partita successiva è sempre la più importante".

13.14 - Cambio di modulo? - "Dobbiamo cambiare qualcosa, possiamo farlo, abbiamo tanti moduli da schierare. E' un'idea, ma la cosa importante è avere la mentalità giusta. In futuro, tra tre mesi, sarà più facile cambiare più calciatori in una stessa partita".

13.11 - Roma e Inter le sorprese? - "All'inizio dicevo che queste squadre, insieme a noi, avrebbero lottato per lo scudetto. Certo, se hanno una settimana per lavorare è un vantaggio e noi siamo in una condizione non perfetta perchè abbiamo lasciato due punti col Sassuolo. Ma non abbiamo ancora perso, la rosa è forte, io sono tranquillo e non mi sorprendono i risultati di Roma e Inter".

13.10 - Possibile rinunciare insieme a Albiol, Behrami e Callejon?  - "E' una squadra che gioca anche in Champions. Se parliamo della rosa, volendo arrivare alla fine per vincere devono giocare tutti. E' normale unj incidente di percorso".

13.09 - Su Behrami - "E' diverso da Inler e Dzemaili, ma anche Radosevic ha quelle caratteristiche. Ogni partita è a sè, a volte serve la corsa e a volte far girare la palla". 

13.08 - Su Zapata - "E' in una buona condizione mentale, parlo con lui ogni giorno e sta molto bene. Poteva giocare con il Sassuolo, ma non sarebbe stato facile per lui. E' sempre più vicino all'esordio".

13.06 - Su Higuain - "Higuain può essere cambiato con qualcun'altro, sempre che l'orchestra continui a suonar bene".

13.04 - Sul turn-over - "Sappiamo che dopo due partite ravvicinate l'intensità cala, se giocassimo una volta a settimana sarebbe tutto più facile per preparla. Il calcio non è una cosa scientifica; per noi Hamsik e Higuain sono calciatori di grande livello, ma se non possono fare la differenza è inutile schierarli. Tutti possono giocare per me, è una questione di tempo e di lavoro. C'è un allenatore nuovo che deve spiegare nuove cose"

13.03 - Sulla partita di domani a Genova - "Dovremmo reagire dopo un pareggio contro una squadra che pensavamo fosse facile da affrontare. Abbiamo fatto errori che dobbiamo migliorare. L'atteggiamento è buono e mi aspetto lo stesso Napoli a Genova: dobbiamo continuare a fare il nostro calcio". 

13.02 - Mugugni dei tifosi - "Quando si gioca ogni tre giorni mi concentro sempre sulla partita successiva e non ascolto le dicerie della gente. Provo a fare ciò che credo bisogna fare".

13.02 - "Abbiamo deciso che era meglio venire così nessuno ha niente da ridire". 

13.00 - Benitez risponde alla prima domanda : "Ho deciso di venire qui per vedervi tutti invece di andare a mangiare con amici".

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©