Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Conosciamo Giovanni Bertucelli, giovane promessa del Cross


Conosciamo Giovanni Bertucelli, giovane promessa del Cross
11/05/2010, 17:05

Il crossodromo di Acerra è in questi giorni preso d’assalto da tanti appassionati delle ruote tassellate che, dopo un lungo e piovoso inverno, possono tornare ad allenarsi in sella alla amata moto. A frequentare i salti della pista alle porte di Napoli c’è anche il giovane campione Giovanni Bertuccelli, rider del Moto Club Trinacria. Il diciannovenne siciliano quest’anno è impegnato con una Ktm 250 4 tempi su più fronti, e siamo convinti che il suo talento lo porterà presto verso lidi iridati: “Il disegno – spiega Giovanni – del tracciato di Acerra è molto tecnico, ed è un bell’esempio di come nel sud la passione e la volontà diventano realtà. Purtroppo noi piloti meridionali siamo penalizzati rispetto ai nostri colleghi, perché ci sono pochi impianti dove potersi allenare a certi livelli. Un bravo va a chi come Enzo Frezza, Ciro Borrelli, Dino Sorrentino e Tony Cerbone, investe il proprio tempo e denaro per permetterci di vivere il nostro sport”. La nuova Ktm è una moto classica nella filosofia costruttiva, dalle notevoli potenzialità: “Prima – dice – di spingere forte, va interpretata. La sua guida è molto diversa da quella della Yamaha. Bisogna fare l’abitudine ad una ciclistica più rigorosa. Il motore è il suo punto forte, perché la potenza che ha è erogata in maniera fluida, senza mettere mai in crisi il posteriore. Sono convinto della sua bontà, e i primi risultati sono già arrivati”. I tracciati sabbiosi sono l’habitat ideale di Bertuccelli, e nelle gare del Supermare Cross è il terrore degli avversari: “Il livello – nota il messinese – complessivo dei piloti è cresciuto molto, specie nell’ultimo anno. Emergere è sempre più difficile, e in alcune prove sembra di essere al cancelletto di partenza di una gara mondiale. Quest’anno cercherò di vincere il Trofeo Sud-Italia dove guido la classifica, e di concludere nella top-five del campionato italiano. Agli internazionali su sabbia sono in lotta per il titolo, ed è lì che dedicherò le mie maggiori attenzioni”.

Commenta Stampa
di Alfredo Di Costanzo
Riproduzione riservata ©

Correlati

12/05/2010, 12:05

Mondiali, Lippi sceglie i 30