Sport / Basket

Commenta Stampa

Consorzio Basket Napoli, l’Under 15 Vivi Basket vola verso la fase interregionale


Consorzio Basket Napoli, l’Under 15 Vivi Basket vola verso la fase interregionale
16/05/2012, 11:05

Ai nastri di partenza verso gli spareggi interregionali. La formazione Under 15 Vivi Basket del Consorzio Basket Napoli, targata Fin.Rent, si è classificata come Campania 3 alla fine della stagione regolare e si prepara ad affrontare la Monte Paschi Siena - qualificata come Toscana 4 - nella fase di spareggio valida per l'accesso all'Interzona, che si terrà da domani (ore 17:30) nel Palasport di Fiano Romano. Quest’anno, la formula ha previsto un girone unico in cui le prime quattro squadre hanno diritto alla fase interregionale: la prima classificata passa direttamente all’Interzona, mentre le altre tre formazioni si giocano il pass per la qualificazione negli spareggi.
“Il primo posto è stato raggiunto meritatamente da Casapulla, mentre noi passiamo alla tappa successiva della stagione come Campania 3, vale a dire al secondo posto a pari punto con Stabia, che però ha la differenza canestri a favore. L’altra squadra regionale, giunta al quarto posto, è la Pepsi Caserta che l’anno scorso, invece, ha vinto il campionato”, spiega coach Aldo Russo.
La prima ‘palla a due’ vedrà il Vivi Basket scendere in campo domani contro la Monte Paschi Siena: “Sicuramente un match importante, che proveremo a vincere ad ogni modo, usando le armi che ci hanno contraddistinto quest’anno - continua l’allenatore napoletano - Sono convinto che i ragazzi daranno l’anima e, con l’apporto importantissimo dei nostri sostenitori, avremo una buona occasione per affacciarci e competere in ambito extra regionale. Avere un ottimo risultato in questi spareggi non può farci che piacere, ma la soddisfazione della società è in primis la crescita dei giocatori. Ovviamente, a chi non piace vincere se possibile, perseguendo le linee programmatiche che contraddistinguono la propria scuola di pensiero?! L’essenziale è dare sempre il massimo”.
Passiamo ai ragazzi che vestono la maglia azzurra del Vivi Basket: “Sono un gruppo storico, cresciuto sotto la guida di coach Francesco Cavaliere e che, nella scorsa stagione, aveva raggiunto la finale regionale contro Caserta. L’unico innesto, a parte il cambio alla guida tecnica con me ed Edoardo Cafasso, è stato quello di Antonio Romano, un ragazzo proveniente dal Collana Basket. In campo, posso dire che si presenta un mix a livello attitudinale, ci sono sia giocatori pronti, sia alcuni più futuribili, soprattutto in attesa dell’evoluzione fisica che avranno. Parliamo sempre di ragazzi di 14-15 anni che hanno affrontato per la prima volta un campionato d’Eccellenza, composto da quattro elementi che hanno disputato il Trofeo delle Regioni 2012 nelle Marche, e con altri che hanno ruotato nelle selezioni precedenti. Sono ragazzi sui quali abbiamo l’obiettivo di dare il tempo per imparare e cercare di migliorare il più possibile individualmente, riuscendo allo stesso tempo a lavorare di squadra, nella comprensione del gioco”. L’ obiettivo, invece, di riuscire ad arrivare agli spareggi è maturato con il tempo o è stato prefissato dall’inizio della stagione? “Il proposito iniziale era quello di confermare quanto di buono questi ragazzi avevano fatto già l’anno precedente, confermando gli obiettivi di crescita, tenendo presente che altre squadre si sono attrezzate per disputare un campionato che poi, alla fine, come ci aspettavamo, si è rivelato molto livellato. In principio, abbiamo dovuto fare i conti anche con una serie di infortuni che hanno un po’ caratterizzato il nostro campionato, ma il gruppo ha dimostrato di saper reagire alla grande e di questo voglio assolutamente elogiare tutti gli splendidi ragazzi che alleno”.
Oggigiorno, cosa significa allenare una squadra di adolescenti? “Imparo tanto dai ragazzi, il relazionarsi con i ‘nuovi’ adolescenti è quotidianamente diverso, non sempre facile ma estremamente stimolante. La gioia più grande è vederli sudare e faticare, dare il meglio di sé stessi, sempre con il sorriso sulle labbra. Inoltre, credo che abbiamo dimostrato di esser cresciuti sotto più punti di vista, sia di crescita individuale che di squadra. Ho negli occhi tante partite e alcune emozioni ancora le sento addosso. Vittorie di misura, frutto di gran carattere e del grande cuore che questi ragazzi hanno; così come non sono mancati anche momenti meno felici, ma pure questo, come dico sempre ai ragazzi, fa parte proprio del processo di crescita e può succedere”.
L’allenatore Aldo Russo conclude con i ringraziamenti: “Ci tengo a fare un grande plauso al mio assistente Edoardo Cafasso per l’impegno e l’abnegazione che impiega giorno per giorno; poi, in generale, a tutto lo staff del Consorzio che cerca sempre di non far mancare mai nulla a questi ragazzi, in particolare un grazie a Roberto, Pietro, Danilo, Paolo, Angelo e Michele”.

Un grande in bocca al lupo all’Under 15 Vivi Basket Napoli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©