Sport / Calcio

Commenta Stampa

La Juventus ancora in Turchia

Conte: "Trabzonspor? Una signora squadra"


Antonio Conte
Antonio Conte
19/02/2014, 17:06

TORINO - La Juventus vuole onorare l'Europa League senza trascurare il campionato. Per far ciò, il tecnico Antonio Conte avrà bisogno dell'apporto di "tutti i giocatori". Quel "tutti" è stato il leit motiv della conferenza stampa prepartita di Juventus-Trabzonsor, andata dei sedicesimi di finale della minore delle due coppe europee per club: "Ho fatto un pò di calcoli e ho visto che nei prossimi 52 giorni, compresa una partita della nazionale, i calciatori saranno impegnati in 16 partite, cioè giocheranno ogni tre giorni - ha esordito Conte -. Questo significa che dovremo essere tutti pronti in quanto c'è il campionato e c'è l'Europa League che vogliamo onorare al meglio, e quindi cercheremo di giocare ogni partita facendo delle rotazioni opportune e necessarie". Il tecnico ha però chiesto a tutto l'ambiente, giocatori, staff e anche tifosi, di pensare a una gara per volta: "L'obiettivo è sempre di giocare di partita in partita, affronteremo una squadra che è arrivata prima nel suo girone dove c'era la Lazio e sappiamo che nel reparto offensivo ha ottimi elementi. è una squadra anche esperta con giocatori come Zokora, Bosingwa e Malouda che non solo gli ultimi arrivati. Giocatori di estro come Olcan o lo stesso capitano polacco. Bisognerà fare molta attenzione e valutare di partita in partita". Via le polemiche, dunque. Via anche le voci che lo vorrebbero allontanarsi dalla Juve a fine stagione: "Sinceramente, credo sia meglio concentrarsi sul calcio giocato - ha aggiunto l'allenatore -. Iniziamo ad affrontare un ciclo molto caldo. è importante per la società, per me e per i miei calciatori cercare di fare del nostro meglio. Noi siamo concentrati, dovremmo essere veramente attenti, determinati, con una grandissima concentrazione e ferocia agonistica se vogliamo andare avanti e fare delle cose importanti. Il mio monito, che vale per tutti è di alzare l'attenzione perchè non c'è più tempo per esami di riparazione". 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©