Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA IL CAPITANO

"Contro il Liverpool serve la partita perfetta"


'Contro il Liverpool serve la partita perfetta'
19/10/2010, 16:10

"Dovremo giocare la partita perfetta". Paolo Cannavaro presenta così il match evento contro il Liverpool. La storia di ferma al San Paolo per una sfida che rievoca tradizione e nobiltà. Il Capitano azzurro è già con la testa alla notte stellare di giovedì...

Paolo, come state vivendo queste ore di vigilia?

"C'è poco da dire davanti a questi appuntamenti. Sarà un incontro che entrerà nella storia del Napoli. Da anni il San Paolo non era protagonista di grandi eventi europei e giovedì sappiamo tutti quanto sarà importante essere al top della condizione fisica e mentale. Non dobbiamo farci ingannare dall'attuale classifica del Liverpool in Premier. In campo internazionale hanno un'esperienza enorme, rappresentano uno dei Club più titolati al mondo e sono abituati a sfide di altissimo livello. Se vogliamo essere all'altezza dovremo giocare una partita perfetta".

Tu di esperienza in campo europeo ne hai maturata con il Parma....

"Sì arrivammo in semifinale di Coppa Uefa. Quegli anni mi hanno insegnato una cosa fondamentale: non si può affrontare nessuno a cuor leggero e senza la dovuta concentrazione, ogni avversario in campo internazionale può essere un ostacolo durissimo. In Europa ogni partita richiede massimo rispetto. Figuriamoci con il Liverpool...".

Paolo, un passo indietro: l'espulsione di Catania...

"Non la ritengo giusta e penso che avrei meritato una ammonizione. Non si può punire così un giocatore che commette il primo vero fallo, per giunta a tempo quasi scaduto. Mi dispiace tanto soprattutto perché sarò costretto a saltare il big match con il Milan. Pazienza, resto con questo rammarico interiore ma sarò al fianco della squadra per dare tutte le mie energie anche fuori dal campo".

Giovedì, in compenso, dovresti essere in campo dall'inizio. Che effetto ti farà vedere dalle tue parti Cole, Gerrard, Torres...

"Eh sì, lo dicevo prima, sono campioni che esprimono suggestione al solo guardarli. Ma in assoluto io guarderei a tutta la squadra del Liverpool. Sanno come si gestiscono certe partite e sono abituati ai grandi palcoscenici. Noi, d'altra parte, ci giochiamo una grande occasione e daremo il massimo fino alla fine".

Serata stellare, San Paolo praticamente esaurito...

"Sì, sarà una notte di festa ma l'euforia non dovrà distrarci dall'obiettivo. L'urlo dei 60mila del San Paolo ci sosterrà e ci darà ancora più energia. Ci giochiamo tanto, passare il turno di Europa League sarebbe un traguardo davvero storico per questa squadra. I nostri tifosi lo sanno e ci spingeranno con la loro immensa passione".

Intanto in campionato siete quarti. Può essere una stagione importante...

"Noi lavoriamo affinchè lo sia, ma di certo oggi non guardiamo la classifica. Dobbiamo ragionare come ci ha sempre indicato Mazzarri: gara dopo gara. Di sicuro il nostro obiettivo ed il sogno della squadra è disputare un campionato da protagonisti. Per fare ciò dovremo continuare a lavorare con la stessa intensità di sempre, senza guardare lontano, ma affrontare con carattere e spirito giusto tutte le partite"
fonte:sscnapoli.it

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©