Sport / Pallanuoto

Commenta Stampa

Coppa Italia: la Carpisa Yamamay Acquachiara sfiora la vittoria contro la Pro Recco


Coppa Italia: la Carpisa Yamamay Acquachiara sfiora la vittoria contro la Pro Recco
06/10/2012, 11:50

ACQUACHIARA-PRO RECCO 7-7 (2-1; 1-2; 1-1; 3-3)

Carpisa Yamamay Acquachiara: Kacic, Perez, Mattiello, Danilovic, Scotti Galletta 1, Petkovic 1, Gambacorta 2, Ferrone, Saviano, Marcz 2, Di Costanzo, Sadovyy 1, Postiglione. All. Mirarchi.

Ferla Pro Recco: Tempesti, Lapenna F., Madaras 1, Mangiante, Fondelli, Felugo 2, Giacoppo 2, Figlioli, Figari, Fiorentini D. 1, Aicardi 1, Gitto, Pastorino. All.  Tempestini.

Arbitri: Rovida e Taccini.

Superiorità numeriche
: Acquachiara 5/12 + 1 rigore non realizzato, Pro Recco 2/9.

Note: usciti per 3 falli Madaras (Pro Recco) nel 2° tempo, Mangiante e Gitto (Pro Recco) nel 4° tempo.

 

SAVONA - Nella seconda giornata del secondo turno di Coppa Italia, in corso di svolgimento a Savona, una grande Carpisa Yamamay Acquachiara ha "rischiato" seriamente di battere i campioni d'Italia della Pro Recco. Tutta da raccontare la parte conclusiva della gara: a metà frazione Maurizio Felugo porta la Pro Recco sul +3 (4-7), sembra finita ma non è così, ci saranno numerosi colpi di scena. L'Acquachiara reagisce molto bene e raggiunge gli avversari (7-7) con le reti di Marcz, Petkovic e Damjanovic, quest'ultima in superiorità numerica a 7" dalla sirena conclusiva. La Pro Recco tenta l'ultimissimo assalto, a 2" dalla fine Maurizio Felugo fa centro e riporta i suoi in vantaggio, ma il gol viene annullato perchè i biancocelesti erano in otto in acqua e, secondo regolamento, la Carpisa Yamamay usufruisce di un tiro di rigore con il quale avrebbe potuto vincere la gara. Ma, dopo buoni cinque minuti di proteste da parte della Pro Recco davanti al tavolo della giuria, Danilovic va ai cinque metri e scaglia il pallone sulla traversa. Finisce 7-7: bella partita, peccato che vi abbiano assistito soltanto 50 persone. Ma se si gioca alle 9,00 di mattina...

"C'è amarezza e anche soddisfazione - commenta a fine gara il vice allenatore della Carpisa Yamamay Roberto Brancaccio -. Amarezza perchè la vittoria ci è sfuggita per un soffio, soddisfazione perchè la squadra ha giocato un'ottima partita, soprattutto sul piano tattico: i ragazzi, al contrario di quanto era accaduto nel quarto tempo contro il Savona, hanno applicato nel migliore dei modi le direttive di Mirarchi. Poi non è roba di tutti i giorni - conclude Brancaccio - recuperare tre gol ad una squadra come la Pro Recco negli ultimi quattro minuti di gara. Credo che nessun'altra squadra ci sia riuscita negli ultimi anni".

Oggi pomeriggio, alle ore 15.30, la Carpisa Yamamay Acquachiara scenderà nuovamente in acqua per affrontare la Florentia nell'ultima gara del girone.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©